Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, Bucci riassegna le deleghe: casa e housing sociale a Piciocchi

Confermati i rumors, ma non è l'unico cambiamento

Genova. Nessun rimpasto, ma qualche delega riassegnata. Dopo un anno di amministrazione, il sindaco di Genova Marco Bucci ha ritenuto di togliere all’assessore alle Politiche educative e dell’istruzione, alle Politiche socio-sanitarie Francesca Fassio la delega alla Casa, riassegnandola a Pietro Piciocchi, che così diventa, oltre che assessore alla Programmazione e gestione economico finanziaria e alla Gestione del patrimonio comunale non abitativo, con Indirizzo e controllo di Spim spa, anche assessore alle Politiche della casa e Housing sociale; Gestione patrimonio abitativo comunale; Indirizzi per la gestione del patrimonio Erp e rapporti con Arte; Relazioni con enti e società di riqualificazione urbana con particolare riguardo alla funzione abitativa.

All’assessore Giancarlo Vinacci è stata assegnata la delega in materia di Statistica, precedentemente assegnata a Paola Bordilli (assessore al Turismo e al Commercio) integrandola, inoltre, con la delega in materia di Confronto con le organizzazioni sindacali e le associazioni di impresa.

All’assessore Paolo Fanghella sono state assegnate le deleghe in materia di salvaguardia ambientale e di cura e manutenzione dei parchi, giardini e del verde pubblico. All’assessore all’Urbanistica Simonetta Cenci è stata tolta la delega alla difesa del litorale cittadino, in quanto già attribuita a Fanghella.

L’assessore Matteo Campora ha ricevuto la delega in materia di Energia ad integrazione delle deleghe a lui precedentemente attribuite. La delega a lui conferita viene denominata, pertanto, “Assessore all’Ambiente, Energia, Rifiuti, Servizi Civici e Informatica”.

La delega all’assessore Arianna Viscogliosi è stata denominata in “Assessore al Personale, Pari opportunità e Diritti”. Il sindaco ha assegnato alla stessa la delega relativa alla materia Trasparenza e semplificazione delle procedure amministrative.

Ridenominata anche la delega all’assessore Francesca Fassio in “Assessore alle Politiche educative e dell’istruzione e alle Politiche socio-sanitarie”.