Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Centro sinistra, un evento in piazza per lanciare da Genova l’opposizione al governo giallo-verde

Oggi al Carmine la prima riunione dei firmatari del manifesto per dire sì all'Europa, all'uguaglianza e alla solidarietà

Genova. Centro sinistra al lavoro per organizzare una manifestazione dell’opposizione a Genova e partire proprio dalla città della Lanterna per rifondare un fronte largo della sinistra.

Un obiettivo ambizioso senza dubbio è quello che si sono dati i giovani di Genova che osa insieme ai firmatari dell’appello di quello che vuole essere un fronte di opposizione al governo giallo verde si sono dati appuntamento questa mattina al mercato del Carmine. L’idea è quella di costruire un grande evento in piazza con la partecipazione di nomi di ‘peso’ che arrivino da altre città.

“L’obiettivo della sinistra è portare tutti avanti, dare alle persone più opportunità. Questa destra si fonda invece sul trovare sempre un nemico, contro i migranti e contro i poveri, come abbiamo visto fare a Bucci qui a Genova. Il punto per loro è togliere qualcosa, meno diritti, meno possibilità, meno servizi e ovviamente meno tasse, ma solo per i ricchi” spiega Stefano Gaggero. Tra i partecipanti esponenti del Pd, di Rete a Sinistra, Cgil, ex consiglieri della lista Doria. All’incontro anche il sociologo Giuliano Carlini e l’ex presidente di Palazzo Ducale Luca Borzani.

Il percorso avviato oggi proseguirà con una nuova riunione degli aderenti al manifesto, per approfondire il ragionamento politico sulle proposte, e con un percorso di ascolto delle persone in luoghi differenti della città.

“Ripartiamo da Genova perché le zone urbane sono al centro della crisi e nella città, dal centro alle periferie, si può costruire un discorso che non sia locale, ma rivolto a pensare soluzioni ai bisogni delle persone – prosegue Gaggero – la sinistra tornerà a essere rappresentativa se sarà capace di ritrovare l’unità non fine a sé stessa, né come una generica antitesi al governo di Lega e M5S, sperando nel suo fallimento. Deve invece costruire un rapporto con gli elettori fatto di ascolto e condivisione di valori e una proposta politica costruita su idee chiare e alternative a quelle proposte dalla destra”.