Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Prima Categoria, Sciarborasca, che colpo, preso l’attaccante Angelo Cenname foto

Il bomber, che vanta precedenti in Eccellenza, arriva dalla Praese

Genova. Angelo Cenname è il nuovo attaccante dell’ambizioso Sciarborasca.

Il suo arrivo, unito alle conferme di Angella e Galasso, permette a mister Berogno di avere un trio d’attacco di tutto rispetto.

Cenname (classe ’90), dopo aver svolto tutta la trafila (dalla scuola calcio alla Juniores Nazionale)  tra le fila della Sestrese, ha esordito in Eccellenza, giocando nel Recco e nel Pontedecimo.

In seguito ha indossato le casacche di Merlino, Masone, Santa Tiziana e Praese, per poi tornare In Eccellenza (al Molassana, allenato da mister Corrado Schiazza).

Dopo la parentesi nella Veloce (guidato da mister Gianfranco Pusceddu), rieccolo alla Praese, dove – nella stagione da poco conclusa – è stato bersagliato dalla sfortuna, subendo alcuni infortuni, che non gli hanno permesso di esprimersi al top delle  sue possibilità.

Le richieste (per accaparrarsi le sue prestazioni sportive) erano tante, ma Cenname ha scelto lo Sciarborasca…

Quali sono state le motivazioni che ti hanno convimnto a venire a Cogoleto?

“Sono legato da  rapporti di amicizia con alcuni dei nuovi compagni – attacca Cenname – ma non è stata questa, la motivazione principale… Mi ha, invece, convinto tutto l’ambiente, che circonda la squadra e quella vaga sensazione, che ho provato, che si stia preparando una stagione importante”.

Con quali obiettivi ti presenti allo ‘Sciarbo’?

“Niente traguardi personali, ma solo di gruppo… l’intenzione è quella di essere competitivi al massimo, tanto che, sin dal primo allenamento, lavoreremo per diventare ‘squadra’, sotto ogni aspetto… e poi, fuori dai denti… a me piacciono le sfide”.

La signora Stefania Villa, vice presidente della società, è al settimo cielo ed ai microfoni di Ge24, non fa niente per nasconderlo…

“Il fatto che Angelo abbia scelto lo Sciarborasca, dicendo di ‘no’ a squadre di categoria superiore è, per la nostra società motivo di orgoglio. Cenname, oltre ad essere un eccellente rinforzo a livello tecnico, lo diventerà anche per lo spogliatoio. Ci ha colpito la sua voglia di rivalsa, la carica, la determinazione, l’ambizione, che siamo certi trasmetterà all’intero ambiente. Sì, siamo davvero molto soddisfatti”.

Aveva ragione, Alessandro Del Piero, quando affermava che, oltre alla condizione fisica, occorrono la voglia, la rabbia, la passione, la cattiveria agonistica, la rabbia interiore, perché “un atleta triste è un atleta che parte sconfitto”.