Vendesi

Alberghi di lusso, musei e spazi di coworking: il Comune presenta il book degli immobili da “valorizzare”

Ecco le 19 proprietà che finiscono in vetrina per essere vendute o affidate

Genova. Uno “Zibaldone” delle proprietà immobiliari, e sono 19, che il Comune di Genova ha intenzione di valorizzare, sia alienandole, vendendole, sia affidandole in concessione.

E’ stato realizzato dal consorzio Caire che, in 327 pagine ha raccolto le schede complete di ville, uffici, locali di servizio, ex mercati, ex scuole, case di riposo abbandonate. Obbiettivo del property book, presentato questa mattina durante una conferenza stampa a palazzo Tursi, alla quale hanno partecipato gli assessori allo Sviluppo economico Giancarlo Vinacci e il consigliere delegato alla Valorizzazione del patrimonio comunale, proporre a eventuali investitori gli immobili per come sono oggi, in gran parte da ristrutturare completamente, e le loro potenzialità commerciali.

Nell’elenco, che ricalca in parte quello delle 35 alienazioni votato qualche settimana fa dal consiglio comunale, l’ostello della Gioventù, villa Grimaldi detta anche “La fortezza” a Sampierdarena, villa Gruber in piazza Corvetto, l’ex Onpi a Quezzi, l’ex scuola Quasimodo al Cep e ancora palazzo Galliera sopra via Garibaldi o gli uffici realizzati dall’architetto Albini in via Santi Giacomo e Filippo, oltre all’ex mercato ittico di piazza Cavour e il mercato di piazza Monteverde a Cornigliano.

In ogni caso, si tratta senza dubbio di interventi molto onerosi “Nel 70% dei casi – si legge nel report di Caire – si parla di interventi molto onerosi e nel 50% prevedono un cambio di destinazione d’uso”. “Non lanciamo questa operazione per fare cassa – afferma il consigliere Baroni – ma per togliere questi edifici dallo stato di degrado in cui si trovano”. “Edifici che potrebbero avere un futuro – dice Vinacci – come boutique hotel come palazzo Galliera, come spazi di coworking, negli uffici di via Santi Giacomo e Filippo, come negozi o residenze per anziani”. A bilancio i 19 immobili complessivamente valgono per il Comune di Genova 30 milioni di euro.

Ecco l’elenco degli immobili presenti nel dossier, consultabile pubblicamente sul sito del Comune di Genova seguendo questo link

Ex mercato Ittico, p.zza Cavour
Ostello della gioventù, via Costanzi
Villa Gruber, Corso Solferino
Villa Grimaldi “La Fortezza” via Palazzo della Fortezza 4
Ufficio, via Pietro Borsieri 11
Ex mercato coperto Cortellazzo, via Fabio Persico
Villa Serra, Giardini Luciano Melis
Ex Scuola, viale Bernardo Brea 65
Locali sottostrada, corso Italia vicino al civico 19 10 (Baia degli Angeli)
Ex casa di riposo, via Donati 5
Ufficio, via XX Settembre 7
Ufficio/Appartamento, via XX Settembre 7
Magazzino, via XX Settembre 11
Ex mercato coperto Cornigliano, piazza Monteverdi 15
Uffici/Negozi, via dei SS. Giacomo e Filippo 16 (struttura Albini)
Ufficio, piazza del Portello 17
Palazzo Galliera, via Garibaldi 9
Ex Scuola Quasimodo, via Podestà
Locali sottostrada, piazza Cadevilla 15

leggi anche
  • Il piano
    Un museo di auto storiche nell’ex mercato del pesce? Più che una “pazza idea” nell’ambito delle valorizzazioni degli immobili di Tursi