Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Telecamere, campagne informative, defibrillatori in sala: accordo in prefettura tra forze dell’ordine e discoteche

Siglata l'intesa tra istituzioni e i gestori delle sale da ballo

Più informazioni su

Genova. E’ stato sottoscritto oggi in prefettura a Genova il protocollo d’intesa territoriale per la sicurezza nelle discoteche, denominato “Divertiamoci in Sicurezza”. Al tavolo, presieduto dal Prefetto di Genova Fiamma Spena, erano presenti il Questore di Genova, i Comandanti Provinciali dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, i rappresentanti delle organizzazioni dei gestori di discoteche e dei servizi di controllo delle attività di intrattenimento (Silb Fipe, Sided Confesercenti, Fiepet Confesercenti, Federsicurezza, Assiv, Legacoop Liguria, A.n.i.v.p., Federpol, Aissitalia, Italdetectives, Conipi, Ascom Confcommercio).

Alla riunione hanno partecipato l’Assessore del Comune di Genova Paola Bordilli, l’Assessore del Comune di Chiavari Giuseppe Corticelli, l’Assessore del Comune di Sestri Levante Enrico Pozzo ed il Consigliere comunale del Comune di Rapallo Walter Cardinali.

Il documento, che muove dalle previsioni contenute nell’accordo quadro nazionale sulla sicurezza nelle discoteche, promuove forme di collaborazione sinergica con le forze dell’ordine e i gestori dei locali da ballo, attraverso strategie dirette a favorire la diffusione della cultura della legalità tra i giovani ed aumentare i livelli di sicurezza dei cittadini che frequentano i locali di intrattenimento, all’interno e in prossimità degli stessi.

Diversi gli impegni assunti dai gestori, tra cui in particolare l’installazione di apparati di videosorveglianza all’interno dei locali e agli ingressi, l’organizzazione di corsi di formazione specifica per il personale addetto all’attività di somministrazione di bevande alcoliche in merito alla normativa di settore ed agli effetti dell’assunzione di sostanze anche sulla guida, la presenza di defibrillatori nelle sale da ballo.

Le organizzazioni di categoria si sono anche impegnate a sostenere campagne informative e di sensibilizzazione rivolte alla clientela, soprattutto giovanile, per la prevenzione dell’uso di sostanze alcoliche e stupefacenti e per la diffusione di forme di divertimento e stili di comportamento sani.
A fronte delle suddette azioni, le Forze di Polizia intensificheranno il contrasto degli spettacoli di intrattenimento danzante illegale e riconosceranno una sorta di marchio di qualità denominato “marchio divertimento sicuro” in capo a quei gestori che adotteranno tutte le misure individuate nell’accordo.

Nell’intento di assicurare la massima collaborazione tra le parti, sono stati istituiti numeri dedicati per la Polizia di Stato e per i Carabinieri, al fine di creare un “canale di contatto privilegiato” per i predetti gestori a fronte di situazioni di criticità, o per finalità comunque di collaborazione, nel contesto delle azioni di prevenzione generale che saranno messe in campo.

Il tavolo si riunirà nuovamente il prossimo mese di giugno.