Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Soccorso medico, Anpas “striglia” Sonia Viale: “Dimenticata dei 8400 volontari delle pubbliche assistenze”

L'assessore regionale su facebook elogia le centrali operative del soccorso per le ottime performance Liguri, ma non cita chi va poi "sulle strade"

Genova. Quando le cose vanno bene, spesso distribuire i meriti può essere pericoloso. Soprattutto se di mezzo c’è la politica e il lavoro di molte persone.

Per questo motivo, in queste ore, stiamo assistendo ad un botta e risposta a distanza tra l’assessore regionale alla Sanità Sonia Viale e l’Anpas Liguria: al centro della discussione l’ottima performance registrata dalla “macchina ligure” del soccorso, tra le prime in Italia per capacità e velocità.

Per questo motivo Sonia Viale, in un post pubblico sulla propria pagina facebook, ricorda come la Liguria sia la prima regione in Italia per l’applicazione dei Lea sul soccorso. Per questo ringrazia tutto il personale delle centrali operative del 112 e del 118.

viale 118 post

Da qui la risposta seccata di Anpas: “Concordiamo sull’ottimo operato che sta svolgendo il personale del Nue 112 e del 118 – si legge in un post sulla pagina ufficiale dell’associazione – ma nei suoi ringraziamenti dimentica una componente che determina in modo fondamentale i tempi di intervento nelle emergenz. Stiamo parlando degli oltre 8.400 volontari delle pubbliche assistenze #Anpas della Liguria che, solo nel 2017, hanno svolto più di 122 mila interventi di emergenza”.

E continua: “E solo l’operato dei nostri volontari che sono presenti 24 ore al giorno per 365 giorni all’anno fa sì che questi 122 mila interventi di urgenza, a cui si sommano gli oltre 250 mila di trasporti ordinari, si possano svolgere in tempi brevi e in maniera professionalmente ineccepibile – e conclude – La sua dimenticanza sarà stata solo una svista, ma non possiamo assolutamente accettarla a nome di tutti i volontari che rappresentiamo”.