Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Rapallo batte Bogliasco 7 a 5: le gialloblù vanno in Europa risultati foto

La formazione guidata da Luca Antonucci si è aggiudicata la finale per il terzo posto

Rapallo. Il Rapallo Pallanuoto conquista il terzo posto alla final six del campionato di Serie A1 femminile 2017/2018. Le gialloblù hanno la meglio sulle “cugine” del Bogliasco Bene nella finalina tutta ligure: 7-5 il risultato finale che consente alle rapallesi di salire sul terzo gradino del podio, coronando così un’ottima annata, e di disputare le coppe europee nella prossima stagione. Una grande soddisfazione per una squadra dall’età media molto bassa e per la società che persegue la filosofia di valorizzare le giovani e giovanissime giocatrici.

È una soddisfazione grandissima, faccio i complimenti a tutte le ragazze per come hanno giocato questa final six e tutto il campionato – commenta il coach Luca Antonucci -. Raggiungiamo il terzo posto che oltretutto significa accedere alle coppe europee, il top per noi considerando che la squadra, a inizio stagione, è stata quasi completamente rinnovata e l’età media è davvero bassa. Una scelta societaria che qualcuno ha criticato ma di cui noi eravamo convinti. Fare quello che abbiamo fatto non era facile, però ci siamo riusciti. Ancora grazie alle ragazze e ad Enrico (fratello di Luca, presidente della Rapallo Nuoto, ndr) che ci ha creduto da subito. Questo terzo posto è un grande traguardo, ma pensiamo già al futuro: ad unire le forze per costruire una squadra davvero importante“.

È chiaro che a caldo il rammarico per non aver raggiunto un traguardo che era sicuramente alla nostra portata è tanto – commenta a fine gara Mario Sinatra, allenatore del Bogliasco -. Ma sforzandosi di analizzare l’intera nostra annata a mente lucida il bilancio non può che essere positivo. Sapevamo in anticipo che questa stagione sarebbe stata molto più complicata di quelle precedenti e se ad ottobre mi avessero detto che saremmo arrivate quarte onestamente ci avrei messo la firma. Per il quarto anno consecutivo ci confermiamo nell’élite della pallanuoto italiana e ciò è già di per sé un grande traguardo. Resta un pizzico di delusione perché sono convinto che per i valori complessivi espressi nel corso di questa stagione con un po’ di convinzione in più avremmo sicuramente potuto puntare ad un piazzamento migliore. Invece siamo arrivate all’appuntamento finale forse un po’ troppo stanche e alla fine ne abbiamo risentito. Onore e merito al Rapallo che aveva un organico sicuramente superiore al nostro, ma il bilancio della nostra stagione resta comunque più che positivo. Con oggi probabilmente si chiude un ciclo, visto che tante ragazze per motivi diversi lasceranno Bogliasco. A tutte loro, sia a chi continuerà a giocare che a chi smetterà, non posso che augurare di ottenere il meglio dalla vita. Se lo meritano tutte”.

La cronaca. Primo quarto, Rapallo determinato e grintoso come nei due precedenti impegni in final six. Antonucci deve fare a meno di Gaia Gagliardi, non al meglio per infortunio. Sblocca il risultato proprio la formazione rapallese con Gragnolati in superiorità: finta il tiro e poi conclude superando Malara, tra i pali al posto di Falconi. Poco dopo arriva il raddoppio gialloblù: conclusione improvvisa di Avegno che sorprende la difesa biancazzurra. Controfuga Rapallo, colomba di Van der Graaf ed è il 3-0. Prolungata azione d’attacco per il Bogliasco per l’espulsione temporanea di Marcialis prima e di Genee poi, ma entrambe le azioni d’attacco, complice anche l’intervento di Lavi, si chiudono in un nulla di fatto. Il primo tempo termina sul 3-0.

Il secondo tempo si apre con il gol di Viacava in superiorità. Risponde dalla parte opposta Genee a sua volta approfittando dell’uomo in più per il 4-1. Ci prova il Bogliasco: tiro di Zimmerman che si stampa all’incrocio dei pali. Non sbaglia invece Silvia Avegno: altra conclusione repentina della numero 4 gialloblù con palla che si infila all’incrocio dei pali per il 5-1. Accorcia dalla distanza Zimmerman per il Bogliasco. Biancazzurre che si fanno sotto e si portano a meno 2 con Giulia Millo, con una palomba che si infila all’incrocio dei pali.

Cambio campo, scorrono i secondi prima che Viacava, con una sciarpa che si infila alle spalle di Lavi, riapra la partita. Poco dopo arriva il pareggio biancazzurro con Boero, quando è trascorsa circa metà del terzo tempo. Rapallo ancora avanti: Maggi nel pozzetto per fallo grave, approfittano dell’uomo in più le gialloblù che vanno a bersaglio con il tiro al volo di Sessarego.

Quarto tempo che scorre a reti inviolate. Sfortunato il Rapallo in un paio di occasioni con le conclusioni di Van der Graaf e Zanetta che si stampano sulla traversa. Uscita definitiva per limite di falli di Carolina Marcialis, superiorità per il Bogliasco, sospiro di sollievo per il Rapallo perché il tiro che chiude l’azione di Agnese Cocchiere è alto sulla traversa. Arriva invece il più 2 del Rapallo: rete di Van der Graaf, la gialloblù stringono i denti, restano due minuti da giocare.

Suona la sirena, è fatta: il finale è 7-5 ed il Rapallo mette al collo la medaglia di bronzo. A seguire, lo scudetto è stato vinto dal Plebiscito Padova, che ai rigori ha avuto la meglio sull’Orizzonte Catania.

Il tabellino:
Rapallo Pallanuoto – Bogliasco Bene 7-5
(Parziali: 3-0, 2-3, 1-2, 1-0)
Rapallo Pallanuoto: Lavi, Zanetta, Gragnolati 1, Avegno 2, Marcialis, Sessarego 1, Antonucci, Giustini, Van Der Graaf 2, Cuzzupè, Genee 1, Gagliardi, Gaetti. All. Antonucci.
Bogliasco Bene: Falconi, Viacava 2, Zimmerman 1, Dufour, Trucco, Millo 1, Maggi, Rogondino, Boero 1, Rambaldi Gudasci, Cocchiere, Casey, Malara. All. Sinatra.
Arbitri: Carmignani e Savarese.
Note. Marcialis espulsa per limite di falli nel quarto tempo. Ammonito Antonucci per proteste. Superiorità numeriche: Rapallo 3 su 5, Bogliasco 2 su 9.

Bogliasco Bene
Bogliasco Bene