Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Primavera: dopo il pari di Firenze, domani la sfida pesante con il Torino

Risultato quasi positivo il 2-2 contro i Viola, ma il Genoa è ancora fuori dalla corsa playoff: domani forse match decisivo contro i granata

Genova. Pareggio in trasferta per il Genoa primavera nello scorso turno di campionato, dove ha affrontato la Fiorentina, a caccia di punti per una delle prime due posizioni: il 2-2 di Firenze è stato una frenata per entrambi i team, che ora rischiano di mancare l’obiettivo che si erano prefissati.

Rossoblù di Sabatini in campo con Rollandi, Tazzer, Oprut, Altare, Seno, Sibilia, Candela, Bruzzo, Salcedo, Zanimacchia, Micovschi; i viola rispondo con Brancolini; Pierozzi E., Mosti, Simonti, Ranieri; Valencic, Gorgos, Lakti; Meli, Gori, Sottil, agli ordini di Emiliano Bigica.

I rossoblù sono stati i primi a farsi pericolosi, con la discesa di Candela e la palla a Salcedo, che calcia a lato da distanza ridotta. La prima mezz’ora scorre però con poche azioni davvero significative, fino a un errore di Brancolini, che rinvia su Micovschi, vicinissimo poi alla marcatura. Un minuto dopo corner rossoblù e palla a Oprut, che calcia a parabola di sinistra e insacca alle spalle del portiere viola. 0-1.

Il match qui si scalda, tanto che dieci minuti dopo Bigica protesta troppo ed è allontanato dall’arbitro Volpi di Arezzo: poco da raccontare per il finale di primo tempo.

La seconda frazione, invece, inizia con il botto: lancio di Ranieri, Gori riceve e serve Sottil, che insacca il gol del pareggio. Ma passano solo tre minuti e Meli riceve un pallone da Toure, serve in mezzo all’area e ancora Sottil, che con un colpo di tacco manda i viola in vantaggio.

L’attaccante della Fiorentina Riccardo Sottil è figlio di Andrea, difensore già di Torino e Fiorentina, ma anche in rossoblù nella stagione 2004/05, in Serie B.

Il Genoa, però, non si arrende: passano dieci minuti e Sibilia rimette sul pari il match di Firenze: suo il destro dal limite che trafigge Brandolini e vale un punto abbastanza prezioso in classifica.

Il Genoa ha ancora un’occasione al 20′, con Zanimacchia pericoloso al tiro. Nel finale tensione e nervosismo: prima espulso Toure, per doppia ammonizione, quindi lascia il campo anche Gori, che eccede nelle proteste e lascia la Fiorentina in nove, tra le proteste del pubblico.

Domani il Genoa affronterà il Torino ad Arenzano, una sfida che può valere davvero tutto in chiave play off, forse un’ultima spiaggia per i rossoblù: tre punti potrebbero rimettere in corsa i Frifoncini, mentre il Torino può stabilizzarsi e correre per un quarto posto, ottimo punto di partenza per il finale di stagione, oppure precipitare proprio sul margine del sesto posto che garantisce un posto per le sfide decisive.