Quantcast
Dopo la denuncia

Post con insulti razziali, Dello Strologo: “Grave violenza verbale, le istituzioni dicano qualcosa”. Traverso: “Non è post antisemita”

Botta e risposta a distanza tra il presidente della comunità ebraica genovese e il responsabile di Lealtà azione. Dello Strologo: "Bucci prenda posizione

Bruco, il degrado del fratello minore

Genova. “Ci preoccupa il tenore del post che è rispetto ad altri profondamente antisemita visto che richiama immagini dello stereotipo del passato con il riferimento ai nasi e usa l’aggettivo lurida. Dopo la guerra avevamo sperato che questa violenza anche linguistica venisse accantonata ma evidentemente non è così”. Il presidente della comunità ebraica di Genova Ariel Dello Strologo commenta così il post, poi cancellato, che ha portato alla denuncia del responsabile di Lealtà Azione Giacomo Traverso che, con riferimento allo Stato di Israele e alle violenze ai danni dei palestinesi il 15 maggio sulla sua pagina aveva parlato di una “lurida razza di mercanti dal naso adunco”. Il post, è stato ripreso oggi da Repubblica Genova.

La comunità ebraica sporgerà probabilmente denuncia nelle prossime ore “ma quel che conta – commenta Dello Strologo – è che la digos abbia già fatto partire l’indagine e che la magistratura se ne occupi perché se chi ha scritto il post appartiene a una parte fortunatamente minoritaria del Paese ha avuto anche una legittimazione istituzionale grazie alla presenza recente di un consigliere delegato dal sindaco alla commemorazione dei caduti di Salò”.

Quello che si chiede la comunità ebraica genovese è “se possiamo stare tranquilli perché uno Stato c’è visto che alle aggressioni verbali non vorremmo seguissero aggressioni di altro tipo. E lo Stato in questo caso oltre che dalle forze dell’ordine e dalla magistratura è rappresentato in primis dal Comune di Genova”. La comunità ebraica genovese chiede anche che “il sindaco dica qualcosa visto che l’equidistanza in questo caso non può essere una soluzione”. Proprio domani a palazzo Tursi si terrà il conferimento dell’onorificenza di “Giusto fra le Nazioni” alla memoria del Cardinale Pietro Boetto proprio da parte del sindaco di Genova Marco Bucci alla presenza di un rappresentante dello Stato di Israele e del rabbino capo di Genova.

Intanto Giacomo Traverso attraverso un comunicato stampa precisa la sua posizione: “Con riferimento alle polemiche che in queste ore stanno investendo un mio personale intervento su Facebook, e non a nome dell’associazione che rappresento, – scrive – relativo ai sanguinosi fatti accaduti in Medio Oriente nei mesi scorsi, sconfesso chiunque affibbi a tali mie dichiarazioni intenti antisemiti o simili. Si tratta di un’interpretazione fuorviante, essendo evidente invece che si è trattato di una radicale presa di posizione contro la politica israeliana in Palestina. Le espressioni utilizzate, pur forti, non avevano certo intento di fondare un discorso sull’appartenenza razziale. Mi scuso con chiunque si sia sentito offeso da quanto da me scritto .”

leggi anche
marco bucci
Cronaca
Insulti razziali a comunità ebraica, Bucci: “Non diamo peso a queste cose”