Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

L’Isolese supera il Bogliasco e si avvia alle finali regionali. Stella Sestrese sconfitta, ma salva

Biancoverdi che vincono con autorevolezza la finale del girone C e possono affrontare con fiducia la fase regionale. Stella che nonostante la sconfitta giocherà ancora in Prima categoria

L’Isolese non si fa impaurire da un ottimo Bogliasco, capace di agguantare i playoff col brivido nel finale di stagione e autore di una grande gara contro la Caperanese una settimana prima, e vince la finale del girone C. I biancoverdi tornano ad affrontare i bogliaschini sul proprio terreno di gioco quindici giorni dopo l’1-1 che aveva chiuso la regular season. 

Avvio lento e di studio che viene interrotto alla mezzora con il fulmine di Seminara che da 30 metri non lascia scampo a Burlando e porta in vantaggio i locali facendo esplodere la torcida isolese. Il Bogliasco ha l’occasione di pareggiare proprio allo scadere con Crosetti il quale non sfrutta l’erroraccio difensivo di Maisano e manda alto sulla traversa da ottima posizione.

Il secondo tempo si apre in maniera scoppiettante perché al 50° il Bogliasco si procura un calcio di rigore che D’Elia è freddo a trasformare. Passano cinque minuti, però e l’Isolese si riprende il vantaggio con un’incornata di Rossetti su calcio d’angolo. Mister Ledda inserisce poi Amirante, che aveva pareggiato la gara in campionato e ancora una volta si dimostra implacabile perché prima chiama Burlando al volo plastico per salvare la propria porta, poi lo infila a dieci minuti dalla fine per il definitivo 3-1 che fa volare i biancoverdi alla fase finale dei playoff regionali.

C’era una forte ipoteca sulla salvezza invece messa dalla Stella Sestrese una settimana fa. A Voltri era finita 0-3 un risultato difficilimente rimontabile, ma i ragazzi di Lazzari hanno comunque cercato di farlo uscendo sconfitti nel computo totale dei due incontri, ma togliendosi la piccola soddisfazione di imporsi per 1-2 nella finale di ritorno.

Sono proprio i voltresi a farsi vivi per primi in attacco con un tiro di Grifone in contropiede troppo debole per impensierire Launi. In questo avvio, però sono poche le occasioni da entrambe le parti che preferiscono non esporsi troppo. Al 28° Mattia Casu crea il primo vero pericolo in favore della Stella con un tiro teso che esce di non molto. Poco dopo Minutolo risponde dall’altra parte, ma Launi chiude. Al 35° Rapetti interviene di testa, ma manda alto. Tutto cambia al 43° quando Fedri si prende il secondo giallo e lascia i suoi in dieci uomini. Brutto colpo per il Voltri che perde anche mister Lazzari, reo di avere protestato troppo.

Si va al secondo tempo che inizia subito col botto perché gli ospiti nonostante l’inferiorità, passano in vantaggio grazie all’autogol di Revello che devia un cross di Minutolo alle spalle dell’incolpevole Launi. Il gol galvanizza il Voltri che attacca e ci prova con Magri, che trova i pugni di Launi e poi con Pretto che mette un pallone invitante in area sul quale nessuno, però interviene. Si arriva all’80° quando Minutolo trova la rete dello 0-2 ridando vive speranze ai voltresi. Passa un solo minuto, però e la zampata di Ferrando su calcio d’angolo spegne i bollori degli ospiti. Rete decisiva e pesante come un macigno. Finisce 1-2 la Stella si salva, per la Voltrese una retrocessione a testa alta.