Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Lavagnese: 90′ per un sogno. Il Lagaccio vola nel derby e cerca di chiudere alla grande risultati

Alle bianconere basta un punto per la matematica permanenza in Serie B. Le lagaccine sfidano l'Arezzo dopo un derby straripante con il Molassana.

La Serie B femminile si avvia a vivere la sua ultima giornata prima del grande cambiamento dovuto al passaggio del calcio “in rosa” sotto l’egida della Figc dalla Lega Nazionale Dilettanti. Un importante passo avanti per il movimento, ma che significa che solo 3 squadre dell’attuale cadetteria potranno rimanervi. Florentia e Arezzo sono ormai certe, mentre la Lavagnese, attualmente terza, non deve perdere contro il Pisa. 

La Novese infatti, diretta concorrente delle bianconere per l’ultimo posto disponibile, è in ritardo di tre punti e in caso di aggancio, non vi sarà alcuna regola di classifica avulsa (che vedrebbe le liguri avanti con una differenza reti nettamente migliore rispetto alle piemontesi), ma si procederà con uno spareggio da dentro o fuori.

Nell’ultima uscita infatti le levantine non sono riuscite ad espugnare Perugia, campo ostico per tutte le squadre che vi sono transitate. Benché le umbre non si giocassero più nulla se non l’onore, ma erano decise a salutare il proprio pubblico nel migliore dei modi. Risultato acquisito perché Fiorucci trova il gol già nei primi minuti. Sarà la rete decisiva nonostante l’assalto delle bianconere che si sarebbero accontentate anche di un punto, ma alle perugine non sta bene e il muro difensivo tiene. 

Tutto nell’ultima giornata quindi, con la Novese che dovrà superare il Ligorna in casa e sperare in un miracolo sportivo del Pisa, ultima in classifica con appena 2 vittorie all’attivo. Insomma tutto va in direzione delle liguri che, però non possono dare nulla per scontato. In ogni caso sarebbe utile un aiuto dalle cugine biancoblù di Genova.

Il Ligorna che arriva alla gara di Novi Ligure infatti è reduce da un 2-0 rifilato al Romagnano che riscatta in parte la brutta prestazione contro Saluzzo. Contro le piemontesi arriva il gol di Traverso che al 15° viene imbeccata da Napello e buca il portiere in uscita. Dopo un avvio di ripresa difficoltoso per la reazione più di nervi che di testa, il Ligorna la chiude con una staffilata di Bettalli dal limite dell’area. Ora per le biancoblù l’obbiettivo è chiudere a quota 41 che permetterebbe di restare nelle prime 8, un buon risultato in un campionato molto duro.

Sarà un’ultima giornata molto importante anche per Amicizia Lagaccio e Molassana Boero che meno di sette giorni fa si sono incontrate in un derby che è stato senza storia. Lagaccine travolgenti e un roboante 1-6 che fa esultare le verdiblù per quello che era sostanzialmente l’ultimo grande obbiettivo di stagione. 

L’avvio è equilibrato e combattuto con il gol di Toomey al 3° e il raddoppio al 15° di Del Francia, ma le pantere reagiscono e al 33° Tolomeo accorcia facendo preannunciare una ripresa molto intensa. Invece sono ancora le ragazze in verdeblù a prendere in mano la gara e dopo meno di un minuto arriva la doppietta di Toomey. Da qui è un monologo del Lagaccio che al 79° cala il poker con Toomey che si porta a casa il pallone della gara con la tripletta. Boggero e Accardo completano una gara forse anche troppo severa per il Molassana.

Ora le pantere devono riscattarsi ed espugnare il campo della Lucchese per cercare almeno di terminare l’anno con una vittoria e ripartire la prossima stagione con nuova linfa. Per il Lagaccio l’obbiettivo è mantenere il nono posto, anche se non sarà facile prevalere sull’Arezzo (che ha strapazzato 5-0 la Novese nell’ultima uscita casalinga). Con questa spinta, però tutto è possibile.