Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

La Pro Recco Rugby saluta con una vittoria e fa sua la poule 3 risultati

Obiettivo centrato: il successo sul Perugia vale il primo posto finale

Recco. La Tossini Pro Recco Rugby conclude il suo campionato di Serie A 2017/2018 con la quinta vittoria consecutiva (ottavo successo su dieci partite nella seconda fase) e il primo posto finale nella poule 3.

Il Cus Perugia nulla ha potuto contro i padroni di casa, che si sono imposti per 50-19 marcando ben sette mete. Dopo la delusione del mancato accesso, per un solo punto, alla fase promozione, coach McLean e i suoi ragazzi si erano dati il nuovo obiettivo di vincere la poule di consolazione e ci sono riusciti. Soprattutto, lungo l’arco della stagione ed in particolare nella seconda parte, la squadra ha iniziato a mostrare chiaramente i frutti del grande lavoro iniziato e portato avanti con il nuovo tecnico.

Gli Squali chiudono con il miglior attacco (287 punti fatti) e la miglior difesa (135 punti subiti) tra le poule 3 e 4.

Non abbiamo giocato una partita perfetta – spiega Callum McLean – ma certo sono contento del risultato e della vittoria, seppur ‘inutile’ della poule. Nel primo tempo abbiamo attaccato in modo impreciso, costruendo poche fasi e con troppa fretta, mentre siamo andati molto meglio nel secondo tempo e abbiamo difeso bene per tutto l’incontro”.

È stata una partita con diverse novità, due delle quali legate ai fratelli Romano: per Stefano, mediano di mischia classe 1999 e ormai punto fermo nella rosa della prima squadra, è stata la prima prova da numero 10, al posto dell’infortunato capitan Agniel, mentre per Lorenzo, utility back del 2000, c’è stato l’esordio con la maglia degli Squali. L’assenza di Agniel ha portato anche ad un’altra prima volta: la prima fascia da capitano per Mirko Monfrino, che l’ha onorata al meglio segnando una meta e conquistando anche il titolo di man of the match.

Oltra al seconda linea torinese, per i biancocelesti sono andati a segno Cacciagrano (doppietta), Becerra, Torchia, Ciotoli e Manuel Panetti, mentra Gaggero, domenica è stato lui il calciatore, ha fatto registrare una magnifica prova con un 7 su 8 (sei trasformazioni ed un calcio di punizione). Per il Cus Perugia hanno marcato Vizioli, Mazzanti e Franzoni, con una trasformazione di Masilla (1 su 2) ed una di Bigarini (1 su 1).

Il tecnico neaozelandese chiude con una considerazione sulla panchina e con i programmi estivi: “Durante la stagione abbiamo avuto una rosa decisamente stabile e la qualità della nostra panchina, così come ogni aspetto della squadra, è andata sempre crescendo, diventando un fattore sempre più importante. Ora ci riposiamo un paio di giorni, mercoledì ci troviamo per una riunione, giovedì abbiamo la cena di fine anno e poi si inizia subito a pensare e a lavorare alla stagione 2018/2019, con il chiaro obiettivo di fare meglio che in questa appena finita e di continuare a crescere, seguendo la strada che abbiamo iniziato a tracciare”.

L’altra compagine biancoceleste impegnata nel weekend, cioè l’Under 16, è stata sconfitta di misura e all’ultimo secondo dalle Province dell’Ovest per 27-24: gli Squaletti conservano il primo posto nel girone ma ora il vantaggio sulle dirette inseguitrici è di soli due punti.

Ora tutta la Pro Recco Rugby è attesa da una giornata importante e particolare: sabato 5 maggio si festeggiano i primi 50 anni della società, nata nel 1968. Prima presso il municipio di Recco e poi al campo Carlo Androne, si vivrà una giornata all’insegna dei ricordi, del rugby e, naturalmente, dei nostri colori: si inizia alle ore 11,30 con un incontro presso la sala consigliare del comune, dove si chiacchiererà di rugby e Recco, insieme ad ex giocatori di ogni epoca, a due scrittori ovali (Marco Pastonesi e Danilo Catalani), ad un volto noto del rugby in televisione (Moreno Molla di Sky) e ad un ex Squalo ora alle Zebre (Roberto Tenga, vincitore di uno scudetto a Rovigo e atleta del GS Fiamme Oro); attorno alle 13 ci si sposterà al campo per pranzare e per dedicarsi poi alla parte della giornata dedicata al rugby giocato, con un torneo di touch rugby aperto a tutti; per chiudere, un aperitivo preparato dalla focacceria Tossini, nostro main sponsor.

Il tabellino:
Tossini Pro Recco Rugby – Rugby Perugia 50-19 (p.t. 10-5) (punti 5-0)
Tossini Pro Recco Rugby: Gaggero, Ma. Monfrino, Becerra, Torchia (s.t. 15° J.D. Tagliavini), M. Panetti (s.t. 23° Cinquemani), S. Romano, L. Tagliavini (s.t. 30° L. Romano), Cacciagrano, Rosa (s.t. 23° Cavallo), Ciotoli (s.t. 19° Canoppia), Metaliaj (s.t. 19° Nese), Mi. Monfrino (cap.), Colazo (s.t. 10° Bedocchi), Noto, Actis (s.t. 10° Avignone). All. McLean.
Rugby Perugia: Masilla (cap.) (s.t. 15° Gioè), Carboni (s.t. 33° Bevagna), Pettirossi, Franzoni (s.t. 34° Carboni), Vizioli, Bigarini, Battistacci (s.t. 19° Bellezza), Balucani, Mazzanti (s.t. 34° Tosti), Khayari, Delorenzi (p.t. 31° Milizia), Lucarelli (s.t. 16° Gatti), Macchioni (s.t. 21° Sonini), Alunni, Cecchetti (p.t. 38° Bello). All. Speziali.
Arbitro: Sgardiolo (Rovigo). Giudici di linea: Lazzarini e Pozzato.
Marcature: p.t. 6° m. M. Panetti tr Gaggero (7-0), 22° m. Vizioli (7-5), 37° cp Gaggero (10-5); s.t. 2° m. Mazzanti tr. Masilla (10-12), 5° m. Ciotoli tr. Gaggero (17-12), 8° m. Torchia tr. Gaggero (24-12), 14° m. Mirko Monfrino (29-12), 20° m. Franzoni tr. Biagrini (29-19), 22° m. Becerra tr. Gaggero (36-19), 29° m. Cacciagrano tr. Gaggero (43-19), 36° m. Cacciagrano tr. Gaggero (50-19).