Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Golfo Paradiso in finale. Incerti fa sperare la Goliardicapolis fotogallery

Recchelini che si aggiudicano il derby con il Rivasamba e affronteranno l'Athletic Club in finale per la promozione. Un eurogol dell'attaccante blaugrana consente alla Goliardica di ribaltare i pronostici con il Casarza

Finita la regular season in Promozione Girone B è ora il momento della verità sia per quanto riguarda la permanenza in categoria, che per quello che concerne la lotta per salire in Eccellenza.  Già in finale l’Athletic Club Liberi che grazie all’ampio gap rispetto alla quinta (il Real Fieschi) attendeva la vincente fra Golfo Paradiso e Rivasamba. Un vero e proprio derby del levante genovese fra i recchelini ed i sestrini che hanno chiuso divisi da soli due punti in classifica.

Partita che a dispetto della posta in palio, si sblocca presto con la punizione di Costa che al 15° permette ai padroni di casa di ipotecare il passaggio del turno. Poco dopo Massaro ha l’occasione per raddoppiare quando i difensori arancioneri pasticciano consegnandogli il pallone. L’attaccante, perà calcia sul palo esterno e il Riva si salva.

La legge del gol si manifesta al 35° quando Garrasi risolve una mischia calciando di prepotenza un tiro imparabile per Cellerino sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Ultimo lampo ancora per Massaro il quale, però conferma la propria giornata no. Il numero 11 biancoceleste interviene in scivolata su una palla messa dentro da Costa, ma ancora una volta il palo gli nega la gioia del gol. Il Golfo, comunque gioca meglio e anche nel secondo tempo, forte dei due risultati utili su tre, tiene bene palla e sfrutta l’ennesima disattenzione ospite quando Brunelli pesca Costa in area. Tutto solo l’attaccante insacca da due passi. 

Il gol sarà decisivo, perché il Rivasamba non riesce, più a farsi sotto e il Golfo Paradiso vola in finale dove, però partirà da svantaggiata e dovrà puntare alla vittoria, mentre i gialloneroverdi potranno sfruttare sia il fattore campo che la classifica che gli consentirà di poter anche pareggiare.

Un solo punto separava Casarza e Goliardicapolis a fine campionato. Le due squadre sono quindi chiamate alla finale (di andata e ritorno), per decretare chi resterà e chi invece ripartirà dalla Prima Categoria. Si gioca sul campo dei blaugrana che devono vincere e dopo un quarto d’ora di studio creano la prima occasione con Incerti, ma il suo tiro viene bloccato a terra da Assalino.

Il Casarza si difende e cerca di non scoprirsi consapevole di avere anche il pareggio come risultato utile. Alla mezzora arriva la punizione di Molinari che non trova la porta, ma al 35° cambia tutto perché con un colpo davvero meraviglioso, Incerti buca il fortino ospite. Palla che gli arriva complicata, ma l’attaccante della Goliardica stoppa col petto e rovescia in porta. Sfera imprendibile per Assalino che va ko e i locali vanno in vantaggio. 

Nel secondo tempo il Casarza prova a fare la gara, ma rischia molto perché Assalino è provvidenziale nel salvare il minimo svantaggio. Al 90° evento da Var con Novaresi che calcia a botta sicura, palla sulla traversa e poi sul terreno di gioco. Per i locali è gol, per gli ospiti no, parere del quale è anche Vitale di Savona, fischietto della gara. Finisce 1-0 per la Goliardica che compie il primo passo verso la salvezza. Ora è il Casarza che deve rimontare. Per la partita di ritorno si profila un match molto intenso.