Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Galliera e Villa Scassi, entro l’inverno più spazio per i pazienti del pronto soccorso

All'ospedale di Carignano si ricaveranno nuove aree per evitare il sovraffollamento di lettini nei corridoi riutilizzando alcuni magazzini, a Sampierdarena 350 metri quadri in più pronti a giugno

Genova. Inizio cantieri a luglio, fine – se tutto va come deve andare – a novembre. Questo significa che entro il prossimo inverno gli spazi dei pronto soccorso degli ospedali Galliera e Villa Scassi saranno ottimizzati per risolvere, almeno in parte, il problema del sovraffollamento.

L’annuncio, ieri, dall’assessore alla Sanità della Regione Liguria Sonia Viale che, negli ultimi giorni, è tornata ad affrontare il problema cronico delle barelle nei corridoi delle aree di emergenza. “Anche senza gravi problemi di accesso – spiega l’assessore – gli spazi sono angusti, mal studiati, e i pazienti rischiano di non poter avere quella privacy di cui avrebbero bisogno proprio in quei momenti di fragilità”.

Il piano è stato condiviso anche dal presidente Giovanni Toti e l’idea ha preso forma, per così dire, durante un sopralluogo avvenuto il 1 maggio. Al Villa Scassi i nuovi spazi saranno disponibili addirittura da giugno, circa 350 metri quadri in più per l’accoglienza dei malati. Al Galliera si tratterà di recuperare alcuni magazzini vicini al pronto soccorso, non necessari in maniera vitale e quindi riconvertibili altri scopi.

La domanda è: se basta qualche mese di lavoro per risolvere una questione ormai divenuta un problema quotidiano perché non ci si è arrivati prima? L’importante, ad ogni modo, è che i lavori vengano ultimati entro il prossimo inverno in modo da poter avere nosocomi all’altezza di situazioni come quella dell’anno scorso, con il caos dovuto al picco influenzale nei giorni delle vacanze natalizie.