Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Commemorazione Salò, Bucci: “Forse la fascia era fuori luogo”. Poi stringe la mano a Gambino

Il primo cittadino promette un regolamento preciso che regoli l'uso della fascia

“Chiedo scusa a chi si possa essere in qualche modo sentito offeso e colpito, così come chiederei scusa a ogni cittadino, mi rendo conto che l’utilizzo della fascia tricolore ha causato proteste, e siccome penso che tutti i simboli siano importanti, in futuro cercheremo di non offendere nessuno e per quanto riguarda la fascia proporremo un regolamento preciso che sarà sottoposto a questo consiglio comunali”.

Queste alcune delle frasi salienti della risposta del sindaco di Genova Marco Bucci all’articolo 55 presentato dai capigruppo dell’opposizione in consiglio comunale e che gli chiedeva di prendere una posizione netta e antifascista rispetto alla decisione del consigliere Sergio Gambino di prendere parte a una commemorazione dei caduti della repubblica di Salò a Staglieno.

Il sindaco non si è dissociato dal gesto del suo consigliere delegato, che aveva portato a Staglieno la fascia tricolore e non ha chiarito se ne fosse al corrente oppure no. “Forse la fascia era fuori luogo, ma lo decideremo in Consiglio comunale con un prossimo regolamento dedicato alle modalità di utilizzo”

Bucci ha però ribadito come “Il dovere del sindaco sia quello di lenire i dolori di chi ha perso qualcuno i maniera violenta, fossero dalla parte del giusto oppure no”.

Il discorso del sindaco è stato applaudito da parte del pubblico in aula rossa, esponenti della destra, e contestato dagli altri, sinistra, Fiom, Cgil e Anpi, che sono usciti cantando Bella Ciao. Al termine del discorso di Bucci anche l’opposizione è uscita dall’aula giudicando non soddisfacente la presa di posizione. “Non vi prendete mai una responsabilità, non ci date mai una risposta chiara”, lo sfogo di Luca Pirondini, capogruppo M5S.

La seduta è comunque andata avanti, affrontando l’ordine del giorno previsto: durante i lavori il consigliere Gambino ha fatto il giro dei banchi ricevendo la stretta di mano di tutta la maggioranza, sindaco compreso.