Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genovesi tutte ko nell’ultima uscita di stagione risultati

La Lavagnese chiude con l'ennesimo ko. Il Ligorna non resiste al Sanremo, mentre il Sestri Levante lascia il passo al Ponsacco

Tre squadre in due punti. Questa la classifica delle genovesi al termine del campionato di Serie D che recita: Ligorna 43, Sestri Levante 42, Lavagnese 41. Tutte e tre di poco sopra la quota salvezza, ma con animi decisamente diversi. 

I bianconeri hanno disputato un campionato a due facce con un girone di andata da primi posti e uno di ritorno ai limiti della retrocessione. Nonostante l’addio di Venuti, la squadra chiude con l’ennesimo ko e solo la salvezza già ottenuta, evita ai bianconeri l’onta dei playout. L’ultimo schiaffo alla squadra levantina lo ha dato il Viareggio che d’altronde doveva fare punteggio pieno per mantenere l’ultimo piazzamento playoff. 

Contro i versiliesi la Lavagnese offre il consueto buon possesso, ma anche la solita sterilità offensiva abbinata ad un po’ di sfortuna, vedi l’autorete di Bacigalupo al 28° e ad un pelo di imprudenza tipica di un campionato ormai andato, vedi invece il rigore che permette a Guidi di chiuderla a 9’ dal termine, che costano ai bianconeri la sconfitta.

Va ko anche il Sestri Levante che comunque ha ottenuto ciò che si era prefissato anche se probabilmente avrebbe potuto salvarsi molto tempo prima. Contro il Ponsacco vincono le motivazioni dei toscani il cui campionato non finisce, ma proseguirà ai playoff. I rossoblù locali sono spinti dai tifosi accorsi in massa sul neutro di Cascina nonostante si giochi a porte chiuse. Il gol che si rivela decisivo lo firma Canessa al 16° che si infila in area e trova il varco per battere Adornato. Sestrini che non reagiscono e rischiano ancora perché al 39° Adornato in uscita atterra Canessa. Mariani dal dischetto, però non inganna il portierone corsaro che chiude la stagione con un rigore parato. Il Ponsacco domina anche nella ripresa, ma non riesce a chiuderla sebbene i sestrini siano visibilmente un po’ stanchi e trovano ossigeno in alcuni calci piazzati e poco più. Triplice fischio che consente al Ponsacco di salire al terzo posto, mentre il Sestri termina la stagione e può finalmente rilassarsi.

Sconfitta di fine stagione anche per il Ligorna, ma d’altronde contro il Sanremo le motivazioni (e i valori) erano chiaramente diversi. I matuziani dovevano vincere e sperare che l’Albissola scivolasse a Seravezza (cosa chiaramente non avvenuta). E allora i biancocelesti giocano all’attacco con il primo tiro di Lauria che si alza sulla traversa dopo due minuti.  

Al 12° ancora Lauria da due passi colpisce di piatto, ma centra incredibilmente il palo con la difesa genovese in vacanza. Passano due minuti ed è ancora il palo (per la cronaca, lo stesso) a salvare Fenderico sul tiro di Lo Bosco pescato da Cacciatore in verticale. Il Ligorna non riesce a prendere respiro, mentre la Sanremese sente profumo di gol e attacca anche se Lauria è ancora impreciso nella sua semirovesciata che esce. 

Il gol arriva al 42° quando Taddei ruba palla ad un ingenuo Gilardi, serve basso Lo Bosco in area che si gira, salta un difensore e batte Fenderico. Vantaggio più che meritato anche perché allo scadere arriva il terzo legno dei locali con Cacciatore da due passi. Ligorna che non c’è neanche nel secondo tempo perché Lauria viene servito in area, tira, ma Fenderico vola a mandare in angolo. Genovesi in bambola anche se conservano il minimo svantaggio. Al 52° Lauria ci prova ancora in acrobazia, para il portiere. La prima, vera occasione ospite arriva solo al 63° quando Valenti viene servito da Chiarabini in area e calcia in diagonale, il portiere mette in corner.

Un minuto dopo la Sanremese la chiude con Lauria che trova il meritato gol dopo avere evitato due difensori. Pochi minuti dopo i matuziani mettono anche il punto esclamativo con il colpo di testa di Castaldo su calcio d’angolo. Il Ligorna chiude comunque in attacco sfiorando la rete con due colpi di testa di Valenti e Oneto, ma in entrambi i casi Salvalaggio chiude la serranda. Vince la Sanremese 3-0, di fronte ad un Ligorna troppo arrendevole, ma comunque che ha centrato il proprio obbiettivo e si laurea come migliore delle genovese.