Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Valpolcevera, Municipio V chiede ordinanza per limitare orario vendita alcool. Chiamami Genova: “Siamo preoccupati”

L'annuncio arriva su facebook. Critiche dall'opposizione

Genova. Un’ordinanza anti-alcool fatta ad hoc per i territori della Valpolcevera potrebbe arrivare prossimamente. Ad annunciarlo, su Facebook, il presidente del Municipio V, Federico Romeo, intervenendo in una discussione sul fenomeno all’interno di un gruppo territoriale.

“Abbiamo chiesto la creazione di una ordinanza anti-alcool per delimitarne orari di vendita e altri aspetti legati alla permanenza su luogo pubblico di questi fenomeni – ha dichiarato Romeo – La richiesta l’abbiamo prodotta come Giunta municipale la settimana scorsa, inviata al Sindaco e Assessori comunali competenti, aspettiamo risposta”.

A dirsi preoccupati sono i due consiglieri municipali di Chiamami Genova, Sara Gallo e Davide Ghiglione: “ualche mese fa eravamo stati avvisati in modo informale in merito a questa volontà, ci siamo chiesti quindi se questo proposito avesse avuto seguito, ed oggi ne abbiamo conferma, purtroppo non in una sede istituzionale – scrivono in una nota stampa congiunta – sicuramente non siamo favorevoli all’abuso di alcool per le strade, ma siamo anche preoccupati del proliferare di tutta una serie di provvedimenti restrittivi o punitivi, in nome della “sicurezza” e del “decoro”, con il rischio che i nostri quartieri vengano ulteriormente desertificati”.

A spiegare la ratio di quello che sarà il provvedimento è lo stesso Federico Romeo, raggiunto al telefono: “Nel nostro territorio ci sono delle zone dove il fenomeno di uso ed abuso di alcool, anche davanti a bambini e vicino a scuole, allarmante – ha sottolineato – per questo abbiamo chiesto alla giunta comunale di avviare un percorso con il municipio per arrivare ad un provvedimento per regolare gli orari di vendita degli alcolici”.

Un provvedimento che quindi sarà redatto con il Municipio stesso, almeno secondo le intenzioni di Romeo: “Abbiamo individuato una serie di aree per avviare una sperimentazione da Brin fino a Certosa: piazza Petrella, la zona di Brin, via Piombino, piazzale Palli, piazza Pallavicini, via Celesia, via Rivarolo e via Teglia. Per altre aree, come Bolzaneto e le alture stiamo studiando la situazione”.

“Invece di punire riteniamo in questo caso si debba pensare a prevenire, ad esempio grazie all’educazione al consumo responsabile creando così una cultura diversa soprattutto tra i giovani”, aggiungono i due consiglieri di Chiamami Genova. Ma Romeo risponde che “le regole della convivenza devono essere rispettate da tutti, e questo è un tema che a mio avviso deve andare al di là dei colori politici – ha chiosato il presidente del Municipio – Noi vogliamo contrastare il fenomeno di abuso di alcol adottando misure per la tutela della salute pubblica, del decoro urbano e dell’ordinario svolgimento delle attività di svago”

Nei prossimi giorni la richiesta del Municipio dovrebbe essere affrontata in sede comunale, o attraverso una deliberazione di giunta o una commissione del consiglio comunale.