Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Tre squadre per il titolo. Sarà decisiva l’ultima giornata risultati

Vincono tutte e tre le prime della classifica e si giocheranno la promozione diretta negli ultimi 90'. Il San Cipriano rischia grosso, la Goliardica ottiene un punto importante

Sarà un’ultima giornata di campionato molto interessante nel girone B di Promozione, con tre squadre a contendersi la vittoria del torneo e a fare il salto diretto in Eccellenza. Favorita d’obbligo l’Angelo Baiardo che ha brillantemente superato il pericosolo scoglio Rivasamba. I sestrini potevano rilanciarsi, ma i neroverdi la vincono con una grande rimonta.

Parte forte la squadra di casa che sfiora il gol con Provenzano, ma alla prima folata offensiva gli ospiti passano in vantaggio con Nicolini che sfrutta una torre di Garrasi e insacca due passi. Il Baiardo, però c’è e poco dopo sfrutta un contropiede chirurgico e torna sul pari con Provenzano.

I padroni di casa prendono il controllo del campo sfiorando il gol al 35à con Mossetti che colpisce il palo. Dieci minuti dopo, però i neroverdi beneficiano di un rigore che, però Provenzano si fa parare, ma sulla respinta Latin atterra Briozzi e l’arbitro decreta un secondo tiro dal dischetto. Stavolta va al tiro Bianchino che non sbaglia e completa la rimonta. Nel secondo tempo il Rivasamba preme e Nicolini cade in area, proteste vibranti, ma l’arbitro fa giocare. All’80° con i sestrini sbilanciati, il Bairdo la chiude con Briozzo in contropiede. Finisce 3-1 e per il Rivasamba ora è tempo di pensare ai playoff. 

Vittoria esterna dell’Athletic Liberi che a La Spezia, contro il Magra Azzurri passa avanti al 10° con Cataldo che con un colpo di testa batte Quintavalla. Il Magra pareggia al 42° con l’Athletic ingenuamente fermo per un giocatore a terra. La rete decisiva arriva al 70° con Grosso, ancora di testa per il definitivo 1-2.

Tutto semplice per il Golfo Paradiso che con la Ronchese passa per 4-0. Gara bloccata nel primo tempo con gli ospiti che comunque giocano una buona gara. Tutto cambia quando Moscamora atterra Paterno con un intervento che l’arbitro giudica da rosso diretto. In dieci la Ronchese si chiude, e subisce il gol dello stesso Paterno al 40°. 

Il bomber biancoazzurro raddoppia al 55° quando scappa via palla al piede si fa metà campo da solo e infila Roncati. Gara chiusa che i recchelini amministrano senza patemi. Non rinunciano, però ad attaccare e al 70° Costa cala il tris. Due minuti dopo, gloria anche per Spalletta che firma il definitivo 4-0.

In coda il San Cipriano non riesce a vincere con la Forza e Coraggio e rischia grosso nell’ultima giornata, perché i 5 punti da Casarza e Goliardicapolis potrebbero diventare 8 domenica prossima. In quel caso la retrocessione sarebbe diretta. Con la Forza e Coraggio si gioca un primo tempo avaro di emozioni ed equilibrato. Nel secondo tempo cambia il risultato al 62° quando Cantoni interviene di testa e porta avanti gli ospiti. Otto minuti dopo Turrini rimette le cose in parità, ma il San Cipriano non riuscirà più a trovare la via del gol e ora saranno cruciali gli ultimi 90’.

Vittoria importante per il Casarza che vince in trasferta con l’Ortonovo e vede la salvezza più vicina. I granata mettono le cose in discesa già nel primo tempo con la punizione di D’Amelio al 10° e il tiro teso di Barbieri che supera Del Monte. L’Ortonovo prova una timida reazione, ma gli ospiti gestiscono bene fino all’80° quando Rosati si inventa il gol dai 15 metri. Nel finale, però i granata si chiudono e strappano tre punti pesanti.

Buon pari per la Goliardica che contro il Real Fieschi ottiene un punto che consente ai blaugrana di sperare nella salvezza diretta. Primo tempo con i locali avanti con Di Meo che calcia un rigore, se lo fa parare, ma ribadisce la respinta. Nella ripresa i cogorneri ribaltano tutto. Al 59° Casella pareggia su calcio di rigore. Venti minuti dopo Gandolfo completa il sorpasso, ma la Goliardica non demorde, spinge e proprio negli ultimi secondi ottiene il secondo rigore che Di Meo stavolta trasforma.

Festa grande in casa Don Bosco Spezia, che travolge il Little Club e si salva con un turno di anticipo. Parte fortissimo la squadra spezzina che sfrutta un Valletta in forma Champions. Doppietta al 1° e al 10° con quest’ultimo gol in pallonetto. Al 21° Barabino accorcia per i rossoblù grazie ad un’indecisione del portiere Fiorito. Al 43° i grifoni hanno l’opportunità di pareggiare su rigore, ma Zani calcia male e Fiorito para. 

Nel secondo tempo la Don Bosco punisce l’imprecisione avversaria e Ibba cala il tris che rimette tre reti fra sé e i genovesi. Al 71° poi Flagiello chiude i conti, poco prima che Ferdani infili anche la manita con il 5-1. Il gol di Gatto serve solo a rendere meno amaro il ko rossoblù.

Finisce con uno scoppiettante 3-3 il derby spezzino fra Cadimare e Real Fiumaretta. Botta e risposta in cinque minuti fra Agrifogli e Lombardini. Fiocchi riporta in vantaggio il Cadimare nel finale di frazione, ma ancora Lombardini trova il 2-2. I bianconeri che tornano avanti al 73° con Desogus, ma un Lombardini scatenato trova la tripletta personale e fissa il punteggio sul 3-3.