Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sestri Levante salvo; sprofondo Lavagnese. Ligorna ko, ma felice risultati

I Corsari salutano il "Sivori" con la festa per la permanenza in Serie D. Biancoblù battuti dalla Rignanese. Finale da incubo per i bianconeri che incassano il quinto ko di fila

Penultimo turno in Serie D che continua a regalare emozioni nella corsa per il grande salto in Lega Pro. Appassionante il testa a testa fra le due ponentine Albissola e Sanremo che si giocheranno la vetta negli ultimi 90’ di gioco.

Nel frattempo a Sestri Levante si festeggia per la salvezza matematica raggiunta con un turno di anticipo grazie alla vittoria all’inglese ottenuta nello scontro diretto contro il Finale che invece scivola al terz’ultimo posto e oggi sarebbe direttamente nella finale playout. I Corsari tornano a far valere la legge del “Sivori” dove i rossoblù hanno perso solamente tre volte in tutto il campionato. 

Ai sestrini occorrono 12 minuti per passare in vantaggio grazie  a Raso che raccoglie un cross e da pochi passi realizza l’1-0. Il Finale è tutto in un colpo di testa di Capra che non inquadra la porta, e il Sestri conduce la gara a termine, chiudendo i conti al 90° con un calcio di rigore guadagnato e trasformato da Roumadi. Al triplice fischio scattano i festeggiamenti per i Corsari che ottengono un risultato molto importante, garantendosi la presenza nel massimo campionato dilettantistico anche per il prossimo anno.

Il Ligorna invece si congeda dal proprio pubblico con una sconfitta. Troppo forte la voglia della Rignanese di fare tre punti e avvicinarsi sensibilmente alla salvezza diretta. Con Monteforte che pratica ancora un massiccio turn – over soprattutto in difesa. Dopo un avvio equilibrato gli ospiti passano in vantaggio al 20° con Piazza. I genovesi sono ancora con la testa ai festeggiamenti per la salvezza e allora Privitera al 52° mette al sicuro il risultato e al 78° il neo entrato Renieri cala il tris  e chiude la contesa. Sconfitta che non fa male ai biancoblù, che la prossima settimana sono chiamati ad essere arbitri del campionato andando a giocare a Sanremo.

La Lavagnese prosegue il suo terribile finale di stagione con un’altra sconfitta, la quinta consecutiva, che per di più è netta a Scandicci contro i blues che devono fare punti per cercare di ricucire il gap proprio dalla Rignanese (che al momento è a +7) evitando di finire direttamente allo spareggio contro il Finale. 

I fiorentini passano subito in vantaggio con Bragadin che al 7° porta avanti i suoi. Al 39° raddoppia Meacci e la gara da qui sostanzialmente prende la via della Toscana. In avvio di ripresa infatti la partita si chiude con il tris di Castellani al 50° e la doppietta di Bragadin cinque minuti dopo che fissa il punteggio su un 4-0 che ha quasi del clamoroso, se non si conoscesse il momento di caos della formazione bianconera. Domenica al “Riboli” arriva il Viareggio per una partita che all’andata suggeriva sogni di gloria per entrambe le formazioni, mentre ad oggi, per i lavagnesi, ha il valore di un saluto onorevole ai propri tifosi.