Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sampdoria, per il 2018/19, sia Giampaolo che la dirigenza, parlano di conferma…

Le alternative potrebbero essere un “come back” di Siniša Mihajlović, oppure il nuovo astro Domenico Tedesco, dello Schalke 04

Più informazioni su

Genova. E’ un po’ che, in questa rubrica, non parliamo di mercato Samp… facciamolo, dunque, alla vigilia di una partita “bivio” del campionato per il Doria… nel senso che, se non si vince col Bologna, è presumibile pensare che le avversarie prenderanno il largo…

In effetti, comunque, non sarà di certo la partecipazione o meno dei blucerchiati all’ UEFA Europa League, a far cambiare le strategie di mercato, che avranno come obiettivo primario un presumibile “revolving” della rosa, che possa consentire plusvalenze di bilancio, senza peraltro indebolire la squadra.

Facile a dirsi ed anche a programmare, più difficile da concretizzare, perché si sa che “non sempre tutte le ciambelle riescono col buco”… Fatto sta, tuttavia, che, finora, alla Sampdoria hanno dimostrato di saperci fare e di meritare fiducia…

La prima scelta importante sarà quella del “cuoco”, che dovrà essere in grado di amalgamare la “pasta” messagli a disposizione… Ecco perché è importante capire se sarà ancora Giampaolo lo “chef” designato, avendo già, il mister, dimostrato di avere una buona mano “nell’impasto”…

In questi giorni da ambo le parti, dirigenza e tecnico, arrivano indicazioni tali da tranquillizzare la tifoseria, ma solo a bocce ferma si potrà avere la certezza, che il buon biennio di Giampaolo, in casa Samp, non abbia convinto qualche big a concedergli una chance, già sfiorata in passato.

Nel frattempo radiomercato, forte di queste supposizioni, rilancia la possibilità di un ritorno a Genova di Siniša Mihajlović, occasionalmente comparso in tribuna, al Derby della Lanterna e per buon peso, lancia un’autentica “bomba”, con un nome del tutto nuovo, quello di Domenico Tedesco, nuovo astro del calcio teutonico, dove – all’età di 32 anni – sta guidando, nella Bundesliga, lo Schalke 04 in zona Champions, dopo aver salvato, lo scorso anno, l’Erzgebirge Aue, nel secondo livello del calcio tedesco, subentrando quando la squadra era ormai data per condannata alla retrocessione.

Passando alle “ciambelle”, la più riuscita è stata sicuramente quella di Lucas Torreira, diventato – a ragione – il nome più in voga del calciomercato, per la gioia, non solo della dirigenza Samp, ma anche e soprattutto del suo agente, Pablo Betancur, alla ricerca del team giusto, dove il giocatore possa proseguire il suo percorso di crescita.

A proposito di talenti in corso di formazione, radiomercato segnala che gli scout blucerchiati avrebbero messo gli occhi su un paio di giovani portieri, individuati in Thomas Candeloro, goalkeeper del Chiasso (Svizzera), in prestito al Benevento, seguito anche dagli inglesi del Fulham e dal Parma ed in Andrij Oleksijovyč Lunin, estremo difensore dello Zorya, formazione ucraina della città di Luhans’k, già Vorošilovgrad, a quanto pare ambito in passato dalla Juventus ed ora da Inter e Leicester.

Chi è già della Samp, è Gabriele Rolando, ma le ultime voci danno il Palermo intenzionato ad esercitare l’opzione di riscatto, che detiene, programmando un futuro in Trinacria per l’esterno d’attacco arenzanese.

Chi invece era della Sampdoria e potrebbe tornare ad esserlo, è Lorenzo De Silvestri, che ha lasciato ottimi ricordi a Bogliasco e nel cuore della tifoseria e che, seppur trentenne, potrebbe rappresentare un’ottima alternativa a Bartosz Bereszyński, sia in caso di conferma del polacco, sia qualora anche lui venisse sacrificato, in ottica plusvalenza.

A proposito, di benefit di bilancio, buone nuove arrivano sull’asse Portogallo/Inghilterra, raccontando di un interesse del Tottenham per Bruno Fernandes, che – qualora si concretizzasse – potrebbe consentire alla Samp di mettere a bilancio un’ulteriore entrata, per via del contratto di cessione allo Sporting Lisbona, che prevedeva una percentuale pro-Samp, in caso di plusvalenza futura realizzata dai lusitani.

Per chiudere, riportiamo una notizia, che potrebbe essere foriera di una costrizione all’introduzione delle squadre B, anche in Italia. Secondo France Football, la Federazione Internazionale sarebbe orientata a vietare la possibilità di cessione in prestito dei calciatori, in quanto tale abolizione servirebbe per porre fine ad eventuali speculazioni sui giovani giocatori.
Scommettiamo che se passa una tale regola, viene data vita alle “squadre B”?