Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il Rapallo trova la prima vittoria. Locatelli che sfiora il colpaccio a Trieste risultati

Le ruentine superano Padova e provano a sognare una risalita. Lontre che giocano bene contro le friulane, ma raccolgono un solo punto

12^ giornata di campionato in Serie A2 femminile che festeggia la prima vittoria del Rapallo che contro il Padova trova tre punti importanti e pesanti che possono far ben sperare per le prossime gare delle ruentine. Dopo il pareggio nel derby con la Locatelli, Rapallo incassa il secondo risultato utile consecutivo e sale a 5 punti grazie ad una gara cinica in cui le ragazze di Schiaffino hanno costruito il proprio vantaggio punto a punto, allungando progressivamente ogni quarto. Decisivi anche i due rigori sbagliati dalle patavine che consentono a Rapallo di scappare e imporsi per 11-7. 

Come detto sono tre punti molto importanti che rilanciano in classifica la formazione rapallese la quale sale a -4 dalla coppia formata dalla Locatelli e Varese. Entrambe hanno infatti pareggiato. La Locatelli strappa un punto pesante a Trieste, contro una squadra in lotta per le prime posizioni. 

Gara equilibrata e conto dei periodi che lo evidenzia, con il 2-2 del primo quarto e l’1-1 del secondo. Continui i ribaltamenti di fronte con le Lontre che giocano senza paura e rispondono agli attacchi delle friulane.

Dopo la pausa lunga Trieste cerca l’allungo e va sul 5-3, ma le genovesi riescono ad accorciare e vanno all’ultimo break sul 6-5. Nell’ultimo periodo è quasi totalmente ad appannaggio delle ospiti che spingono, ma restano sotto fino al 7-6. Ci pensa Mori ad impattare il match che viaggia verso le genovesi per inerzia, ma gli assalti finali della Locatelli si infrangono sul muro triestino. Finisce con un punto che alla vigilia sarebbe stato d’oro per le ragazze di Carbone, ma che alla fine della gara quasi sta stretto alle Lontre. 

Stefano Carbone, coach delle liguri evidenzia la sua soddisfazione: “Siamo passati da una gara senza sufficienze, giovanissime a parte, ad una, oggi, nella quale abbiamo dimostrato di sapere essere una squadra. Oggi fatico a trovare insufficienze in questo gruppo, anzi, non ne trovo.Siamo state brave a costruire ma soprattutto a non consentire a Trieste di esprimere la sua miglior pallanuoto. Mi hanno fatto molto piacere anche le parole di stima per noi espresse dal tecnico avversario, che ringrazio e con la quale concordo (a parte il fatto che noi siamo la Locatelli e non il Locatelli), penso che forse oggi avessimo più fame di loro e che abbiamo cercato con più determinazione una vittoria che non avremmo demeritato.

Mi fa un po’ pensare il fatto che la squadra che ha costruito di più abbia avuto 7 espulsioni a favore e quella che ha fatto un po’ meno sia stata premiata con 14 superiorità, ma devo anche dire che il direttore di gara Alessandroni si è posto talmente bene dal punto di vista umano e tecnico, dando le sue spiegazioni a fine partita, che mi sento di passare oltre. Abbiamo quattro partite in casa nelle prossime sei, e dobbiamo farci perdonare dai nostri tifosi, visto che finora di 9 punti ne abbiamo raccolti 8 in trasferta! Ne approfitto anche per ringraziare le ragazze per l’applauso spontaneo ad inizio partita alla notizia della vittoria dei nostri under 13 ad Imperia,è sintomo di un ambiente sano e sereno, e questo è ciò che mi fa stare bene”.