Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Marina di Sestri Ponente, domenica il pic-nic sul molo

Cibo a chilometro zero, agrichef e tutor della spesa per l'apertura del Mercato di Campagna Amica

Più informazioni su

Genova. Calde giornate primaverili e brevi vacanze in occasione dei “ponti” sono le occasioni perfette per preparare pranzi al sacco e recarsi sui prati per godere della pace che solo la natura sa dare. Ma sempre con prodotti di qualità, sicuri, di stagione e a chilometro zero: è questo il tema dell’iniziativa “Pic-nic sul molo”, che si svolgerà domenica, dalle ore 11.00, in occasione del Mercato “Campagna Amica” a Marina Genova (Sestri Ponente).

Nel farmers’ market, attivo dalle ore 9:30 alle ore 17.00, i consumatori potranno acquistare non soltanto ortaggi, frutta, salumi, carne, formaggi, miele, uova, riso, vino, nocciole e zafferano. Ad animare la banchina sestrese in occasione dell’ultima domenica di aprile ci sarà infatti anche uno stand a cura di Donne Impresa Coldiretti e Agrichef Campagna Amica nel quale le imprenditrici agricole Giulia Arvigo e Emanuela Casaleggi saranno a disposizione dei consumatori per offrire consigli su come realizzare un picnic perfetto con i prodotti della terra. Ma si potranno anche degustare gli agri-sandwich, dolci e salati, preparati al momento con i prodotti del farmers’ market. Senza dimenticare un alleato fondamentale contro il caldo torrido: la frutta fresca, ricca di vitamine e dissetante, che offre le energie necessarie per le gite fuori porta che la maggior parte dei genovesi farà in occasione del ponte.

“Mangiare fuori casa non deve necessariamente mettere in discussione la qualità – affermano i delegati Coldiretti Francesco Goffredo e Bruno Rivarossa – La corretta alimentazione è una buona pratica per mantenersi sani ed è questo che, attraverso i nostri eventi, cerchiamo di veicolare ai consumatori: bisogna saper scegliere i prodotti per ogni stagione e situazione, senza mai rinunciare al gusto. Ridurre la filiera al massimo creando un rapporto diretto fra produttore e consumatore è il modo migliore per garantire la qualità dei prodotti ed essere sempre sicuri di quello che mangiamo”.

Anche in occasione di questo importante evento sarà portata avanti, a tutela del Made in Italy, l’iniziativa #stopalcibofalso, raccolta firme con la quale Coldiretti intente chiedere all’Europa l’etichettatura d’origine obbligatoria su tutti gli alimenti, per cercare di fare fronte al grave problema delle falsificazioni delle nostre eccellenze.