Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

La Samp passeggia sul Cagliari e continua a sperare risultati fotogallery

Un monologo blucerchiato nel primo tempo. 4-1 il risultato finale

Genova. Tutto facile per la Sampdoria, che continua la sua corsa per l’Europa e liquida un Cagliari davvero molle, ora più che mai invischiato nella lotta per non retrocedere. Tre gol nel primo tempo bastano per mettere il risultato in cassaforte. 4-1 il risultato finale.

Tante novità in formazione: Praet trequartista, Kownacki accanto a Quagliarella, Andersen centrale, con Sala a presidiare la fascia sinistra. Questa la Sampdoria di Giampaolo dal primo minuto contro il 3-5-2 del Cagliari

Primo tempo, un monologo blucerchiato

Prima occasione al 4′ quando una corta respinta della difesa sarda finisce sui piedi di Kownacki, ma il polacco spara alto da buona posizione. Tre minuti dopo Praet non sbaglia e porta in vantaggio i blucerchiati: appoggio di Quagliarella, dribbling secco per liberarsi di Ceppitelli e destro angolato su cui Cragno non può arrivare. Primo gol in campionato per lui, sarà un caso che sia arrivato proprio quando sta giocando in quella che dovrebbe essere la posizione prediletta?

Il Cagliari non sembra una squadra con la grinta giusta per cercare di raggiungere almeno il pareggio: poca pressione sul portatore di palla, tattica attendista che funziona poco coi palleggiatori della Samp, in più gli errori personali dei difensori, mettono ulteriormente le ali all’attacco blucerchiato.

E così al 27′ si arriva al raddoppio con una bella azione partita da Kownacki che in area allarga sulla sinistra per Linetty che in scivolata mette in mezzo dove l’avvoltoio Quagliarella non si fa pregare e insacca il 2-0 anche lui in allungo. Per l’attaccante napoletano è il 19esimo centro in campionato.

Lopez cambia: fuori Pisacane, dentro Farias, la difesa passa a quattro e proprio lui sfiora il gol al 37′, con un tiro dal cuore dell’area di rigore su cui Viviano e super a metterci la manona. Nel proseguio dell’azione lo stesso brasiliano si fa ammonire per un intervento duro su Sala.

Ogni volta che la Samp accelera sono dolori per il Cagliari e l’ingenuità di Barella che spinge Torreira nel duello in corsa in area di rigore, è l’emblema della partita. Abisso fischia il calcio di rigore, Quagliarella però sbaglia la più facile delel occasioni per portarsi per la prima volta in carriera a 20 reti in classifica marcatori: il tiro dal dischetto si stampa sul palo.

Il tris arriva in pieno recupero: Bereszynski se ne va sulla destra, palla precisa per Kownacki che anticipa Faragò e insacca.

Ripresa, solo una disattenzione

Nella ripresa altro cambio nelle fila del Cagliari: fuori Castan dentro Andreolli. Sostituzione obbligata per Quagliarella, dolorante per il fallo proprio di Castan sul finale del primo tempo, dentro Ramirez. Il Cagliari ora sembra metterci un po’ più di personalità e accorcia le distanze con Pavoletti, che da due passi sfrutta un cross basso di Faragò e una dormita dei centrali blucerchiati (49′). Si tratta del quinto gol in carriera dell’ex genoano contro la Sampdoria.

Praet, dopo l’ingresso di Ramirez, che fa la seconda punta, prima prende posizione allargata prima sulla fascia destra, poi a sinistra.

La partita prosegue senza troppi scossoni, la Samp resta in controllo e solo al 72′ tenta di allungare ancora con un gran tiro al volo di Praet, respinto da Cragno, che dice di no anche a Linetty, ben liberato da un passaggio filtrante di Praet.

Il match di Cigarini (non una grande rivincita per l’ex) termina in anticipo: dopo una gomitata a Ramirez si prende il secondo giallo (77′). Il Cagliari finisce sulle ginocchia e incassa il quarto gol all’87’: Ramirez è il più lesto a sfruttare la respinta della traversa sul tiro di Linetty. Nel finale ancora due occasioni per il Cagliari, con il palo di Ceppitelli proprio sul fischio finale.

Finisce così, con la Samp che raggiunge quota 54, con le dirette concorrenti (Atalanta e Milan) che però hanno vinto, mentre la Fiorentina è attesa alle 18 dalla difficile partita contro il Napoli.

Sampdoria-Cagliari 4-1

7′ Praet; 27′ Quagliarella; 48′ Kownacki; 49′ Pavoletti; 87′ Ramirez

Sampdoria: Viviano, Bereszynski, Silvestre, Andersen, Sala, Barreto (80′ Verre), Torreira (88′ Capezzi), Praet, Linetty, Quagliarella (47′ Ramirez), Kownacki.

A disposizione: Krapikas, Belec, Ferrari, Stijepovic, Strinic, Regini.

Allenatore: Giampaolo.

Cagliari: Cragno, Pisacane (33′ Farias), Ceppitelli, Castan (46′ Andreolli), Faragò, Ionita (80′ Deiola), Barella, Cigarini, Padoin, Sau, Pavoletti

A disposizione: Rafael, Crosta, Cossu, Giannetti, Lykogiannis, Han, Caligara.

Allenatore: Lopez

Arbitro: Abisso di Palermo

Ammoniti: Linetty (S); Cigarini, Farias, Castan, Ionita ©

Espulso al 77′ Cigarini

Spettatori: 3.554 paganti, incasso lordo euro 34.947, 16.635 abbonati, rateo 168.477,44 euro.