Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ilva, i sindacati contro il Governo: “Vuol farci firmare tagli ai salari per 6 mila euro l’anno”

La Fiom genovese: “Confermato che Mittal assumerà solo 8.500 lavoratori, noi non ci stiamo”

Più informazioni su

Roma. “L’ennesimo incontro inutile che ha come unico obiettivo quello di farci ingoiare il rospo sul fatto che il governo ha firmato un accordo con Mittal per8.500 lavoratori su 14 mila e per un taglio dei salari”. Cosi il segretario genovese della Fiom Bruno Manganaro riassume il senso dell’ennesimo tavolo romano al ministero dello sviluppo economico.

Ancora una volta il ministro Carlo Calenda non era presente e ancora una volta il sottosegretario Teresa Bellanova ha tentato di proseguire sulla via dell’accordo convocando un tavolo nel tavolo con i soli segretari nazionali ma l’esito è stato negativo: “Per il governo discutere di salario significa tagliare tutte le voci variabili dello stipendio e non si tratta di pochi soli perché parliamo di 5-6 mila euro all’anno per ciascun lavoratore” spiega il segretario della Fiom genovese.

I sindacati non ci stanno: “Non vogliamo impiccare i lavoratori con un Governo che fra l’altro sta abbandonando la nave” dice ancora Manganaro. E la rottura questa volta potrebbe essere vicina mentre il Governo vorrebbe convocare un ennesimo tavolo per questo venerdì