Polemica

Gay Pride, Bucci risponde agli organizzatori: “Da noi nessuna censura, difendiamo libertà di tutti”

"Ma la libertà dei singoli finisce soltanto dove comincia la libertà degli altri", conclude il primo cittadino in un messaggio su Facebook con il quale invita il coordinamento Liguria Rainbow a un incontro

Genova. “Nessuna contrarietà ideologica, ma ho detto sin dai giorni successivi alla mia elezioni che non avremmo concesso patrocini a iniziative divisive, saremo comunque impegnati offrendo sicurezza e decoro affinché tutto possa svolgersi nella maniera migliore e nel rispetto di chi deciderà di intervenire”, il sindaco di Genova Marco Bucci risponde con un messaggio sulla propria pagina Facebook al coordinamento Liguria Rainbow, ossia agli organizzatori del Genova Gay pride e di altre iniziative contro l’omofobia alle quali il Comune ha rifiutato di concedere il patrocinio.

Dopo la polemica dei giorni scorsi, oggi la replica del primo cittadino: “Il compito di un’amministrazione pubblica è confrontarsi con tutti i cittadini e saremo lieti di poterlo fare con i rappresentanti del coordinamento “Liguria colorata pride” che negli ultimi giorni ci ha indirizzato una lettera aperta”.

Marco Bucci invita quindi il comitato a mettersi in contatto con la segreteria per fissare un appuntamento.

“Pronti ad accettare le critiche e renderle costruttive nell’interesse di tutti, ma pronti anche a respingere ogni attacco da parte di chi cerca di sfruttare una decisione dettata da un moderno senso civico per scopi assolutamente strumentali: da parte nostra non è in atto alcuna censura né discriminazione verso alcuno”. Infine il sindaco conclude: “Garantiamo e difendiamo la libertà di tutti nel manifestare il proprio pensiero. Questa amministrazione vuole che Genova sia città una libera: la libertà dei singoli finisce soltanto dove comincia la libertà degli altri”.

leggi anche
  • Ora è ufficiale
    Gay pride, niente patrocinio gratuito del Comune di Genova, Gibelli (Liguria pride): “Bucci non è il sindaco di tutti”
  • Fuori dal coro
    Il Comune di Genova nega il patrocinio al ‘gay pride’ ma l’assessore Serafini avrebbe detto sì
  • La proposta
    Il sindaco mette sotto esame il gay pride: “Se a giugno sarà una manifestazione civile valuteremo futuro patrocinio”
  • Tormentone
    Il Comune di Genova concede il patrocinio a Bibbia Expo, ed è ancora polemica
  • Polemiche
    Arcigay: “Bene anche senza patrocinio, il Gay Pride non deve dimostrare di essere normale”