Quarti di finale

Davis Cup, tutto pronto a Genova: si parte con Andreas Seppi contro Lucas Pouille

Al via il tornro più atteso dell'anno. Il secondo singolare vedrà di fronte Fabio Fognini e Jeremy Chardy

Genova. Finalmente si parte: alle 11,30 primo incontro di Coppa Davis, valido per i quarti di finale del torneo, con lo scontro Italia-Francia.

Il sorteggio di ieri, effettuato dal giudice arbitro Stefan Fransson, nella splendida sala di Palazzo San Giorgio di Genova, ha svelato i protagonisti di Italia-Francia, quarto di finale di Coppa Davis che da oggi andrà in scena sul Beppe Croce di Valletta Cambiaso.

Il primo nome estratto, fra quelli annunciati dai capitani Corrado Barazzutti e Yannick Noah, è stato quello di Lucas Pouille, attuale numero 11 del mondo, il cui nome è stato affiancato a quello di Andreas Seppi. Il secondo singolare della prima giornata sarà quindi giocato da Fabio Fognini e Jeremy Chardy.

Yannick Noah ha poi annunciato i nomi dei doppisti, sono i titolari Herbert e Mahut, mentre Corrado Barazzutti ha mantenuto la sua tradizione che prevede lo schieramento di un doppio che poi andrà a modificare nei termini previsti, in ogni caso sul tabellone sono apparsi i nomi di Paolo Lorenzi e Simone Bolelli. I singolari di domenica sono quindi Fognini-Pouille e Seppi-Chardy.

Il sorteggio è stato accolto con la massima serenità da Barazzutti. “Ora che si conoscono i nomi e l’ordine di gioco bisogna solo disputare i match – ha detto Corrado in conferenza stampa -, francamente mi aspettavo da parte di Yannick le scelte che ha poi effettuato. Posso dire allo stesso modo che da parte mia non ho avuto alcuna incertezza in merito alla nostra formazione. Chardy? Ha sicuramente un grande potenziale, è un giocatore tecnicamente dotato e difficile da affrontare. Se Noah lo ha preferito anche per i match su terra battuta di questa Coppa Davis significa che nutre in lui la massima fiducia anche su questa superficie”.

Seppi avrebbe preferito giocare per secondo? “Forse sì – ammette Andreas -, però va bene lo stesso, si inizia alle 11,30 va bene così”.

Dalla Davis di oggi a quella di domani, sono state molte le domande rivolte ai componenti della nazionale italiana in merito al possibile futuro cambio di format della manifestazione. Gli azzurri si sono allineati tutti dalla parte della tradizione, a partire dal capitano.

Mi sono già espresso in questo senso – ha confermato Barazzutti -. La Davis va molto bene così da cento anni, cambiare significa ammazzare la competizione. Sarebbe come modificare un torneo del Grande Slam e farlo giocare in una settimana due set su tre. Non è vero che i giocatori più forti non partecipano alla Coppa Davis. Questa settimana tutti i campioni giocano e tutti i grandi campioni l’hanno sempre giocata. La Davis è speciale, è diversa. Chi la gioca è speciale, perché non è facile stare in campo per giocare tre set su cinque per tre giorni di fila“.

Sulla stessa lunghezza d’onda Andreas Seppi: “Giocare in una sede unica secondo me farebbe perdere alla Coppa il fascino e il calore del tifo per la squadra, con nuove regole la manifestazione mi affascinerebbe meno. Detto questo io magari non la giocherò più la Davis quando la cambieranno, ma a me piace così”.

Netto il giudizio di Paolo Lorenzi: “La Davis? Dovesse cambiare sarà difficile chiamarla ancora così“.

leggi anche
  • Meno 2
    Coppa Davis, parlano i capitani. Noah: “Siamo pronti”. Barazzutti: “Sarà dura anche per loro”
  • Tennis
    Coppa Davis, sul “prato” di palazzo Ducale l’abbraccio di Genova a Fabio Fognini e compagni
  • Tennis
    Coppa Davis: Fognini, Seppi e Bolelli incontrano Genova ma il campo si sposta (per pioggia) da De Ferrari al Ducale
  • Grande tennis
    Prove di Coppa Davis a Valletta Cambiaso, e domani a De Ferrari arrivano i campioni
  • Sport
    Coppa Davis a Genova, verso il tutto esaurito. E i francesi si stanno già allenando al Tennis Club
  • Spettacolo
    Metti un campo da tennis a De Ferrari, martedì grande festa per la Coppa Davis
  • Quarti di finale
    Coppa Davis: ecco gli azzurri convocati per la sfida di Genova
  • Ci siamo
    Genova, torna la Coppa Davis: un “campo” a De Ferrari per incontrare i campioni
  • Tennis
    Doppietta storica per la Liguria: dopo la Davis, a Genova sbarca anche la Fed Cup
  • Tennis
    Valletta Cambiaso, 100 mila euro di restyling per la Coppa Davis. L’intervento di Aster
  • Il grande evento
    Coppa Davis, è ufficiale: a Genova i quarti di finale tra Italia e Francia
  • A genova
    Coppa Davis: la Liguria si candida per ospitare la sfida dei quarti di finale
  • Davis cup
    Doppio senza storia: Mahut ed Herbert portano la Francia sul 2 a 1
  • Battuti
    Coppa Davis, l’Italia è fuori, battuta dalla Francia 3 a 1. Delusione sugli spalti
  • Evento concluso
    Coppa Davis, un sogno realizzato: il ringraziamento di Andrea Fossati