Politica

Consultazioni, il commento di Toti su Salvini: “Coinvolgere M5s? Proposta ragionevole”

Per il governatore ligure il 33% di italiani che ha votato per i pentastellati non deve essere lasciato nel "limbo della protesta"

Genova. “Quello di Salvini mi sembra un appello ragionevole e sensato a non lasciare che quel 33% di italiani che hanno votato il Movimento 5 Stelle venga dimenticato nel limbo della protesta o del movimentismo anti site a fine a se stesso”.

Così il Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, commenta le dichiarazioni del leader della Lega Salvini, al termine delle consultazioni. “Se i 5 stelle vogliono contare e dire la loro devono imboccare il sentiero della mediazione e del confronto, così come le regole parlamentari prevedono. Come si dice prima delle partite importanti i pronostici sono stati rispettati – prosegue Toti – il centrodestra ha ribadito L’Unità della coalizione e la necessità di partire da un governo basato sulla coalizione che ha vinto le elezioni e che ha avuto la fiducia del 37% degli elettori, guidato dal leader del partito che ha preso più voti, ovvero la Lega”.

Ma i numeri hanno la testa dura, e per mettere su un esecutivo qualche accordo bisogna pur farlo: “Lo sguardo è rivolto, evidentemente, al Movimento 5 Stelle che è arrivato secondo alle elezioni. Ora vedremo le considerazioni del Presidente Mattarella  e, sopratutto – conclude Toti – ascolteremo cosa dirà oggi Di Maio che, al momento si è trincerato dietro a una serie infinita di non possumus e di veti particolarmente assurdi per la vita democratica. Dopodiché mi auguro che il tempo, e le necessità impellenti del paese, portino tutti sulla strada della ragionevolezza”.