Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Commemorazione fascista a Staglieno, Crivello punzecchia Bucci: “Cita sempre Bisagno, che direbbe lui oggi?”

Anche l'ex assessore di centrosinistra attacca la partecipazione di un esponente dell'amministrazione comunale alla cerimonia in ricordo dei caduti dell'Rsi

Genova. “Il sindaco Marco Bucci ha citato più volte il partigiano genovese Bisagno, quale sarebbe la posizione dello stesso Bisagno oggi se fosse ancora in vita dinnanzi a commemorazioni come quella avvenuta ieri a Staglieno?”.

Gianni Crivello, capogruppo della lista Crivello in Comune, in una lettera al sindaco di Genova, critica fortemente la partecipazione di un esponente della sua giunta, il consigliere delegato Sergio Gambino, a un’iniziativa in memoria dei caduti della Repubblica sociale italiana alla quale erano presenti anche esponenti dell’ultradestra cittadina.

“Durante il 25 aprile in piazza Matteotti avete ricordato che chiunque deve riconoscersi nella Costituzione – scrive Crivello – e lo stemma sulla fascia è lì a ricordare a ogni sindaco di qualunque colore politico, il valore della Repubblica e la lunga lotta di chi si è battuto affinché si affermassero la democrazia e la libertà. Valori che la repubblica sociale ha osteggiato da sempre, con la violenza e nel sangue”.

Gianni Crivello rivendica poi di aver condannato chi, il 25 aprile, ha fischiato in piazza nei confronti del sindaco di centrodestra: “Si è trattato di un’azione inaccettabile, ma con altrettanta fermezza, ritengo fondamentale che la fascia tricolore simbolo delle istituzioni, non debba essere presente a incontri come quello di Staglieno”.