Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Commemorazione dei caduti fascisti, il centrosinistra in Regione compatto chiede a Toti di dissociarsi

Genova. “Non sappiamo se il capogruppo di Forza Italia abbia partecipato a titolo privato o meno ma siamo preoccupati e indignati nell’apprendere che autorevoli rappresentanti istituzionali partecipino a eventi commemorativi a favore di chi ha insanguinato l’Italia e sostenuto una feroce dittatura nel nostro paese”, parole dure e una richiesta di chiarimenti ufficiali, a firma dei capigruppo dei partiti di centrosinistra in consiglio regionale (Pd, Rete a Sinistra, Liguri con Paita) all’indirizzo del presidente della Regione Giovanni Toti e al presidente del consiglio regionale Alessandro Piana.

L’opposizione si riferisce alla presenza a Staglieno, alla commemorazione dei caduti dell’Rsi, del capogruppo Fi ed ex presidente della provincia di Savona Angelo Vaccarezza, al cimitero insieme al consigliere comunale genovese Sergio Gambino, che indossava il tricolore. “Non è in discussione il rispetto e la pietà per tutti i morti – scrivono Giovanni Lunardon, Gianni Pastorino e Giovanni Boitano – ma giova ricordare come, grazie alla Resistenza, l’Italia abbia ritrovato la libertà e la democrazia dopo anni di oppressione e occupazione nazista”.

Anche il centrosinistra in Regione sottolinea come “non si possano equiparare le ragioni dei vinti e quelle dei vincitori” e come “non si possa andare in piazza il 25 aprile e festeggiare la liberazione e poi partecipare a iniziative come quelle di Staglieno”. La richiesta al governatore Toti è di dissociarsi pubblicamente dall’iniziativa, se ciò non accadrà i gruppi di minoranza chiedono un urgente dibattito consiliare in via Fieschi.