Passaggi

Carige, i servizi per il pagamento tramite carte passano ai giganti di Nexi

Ex Cartasì, è lo stesso circuito utilizzato anche dal Banco popolare di Milano

Milano. Banca Carige ha siglato con Nexi, l’ex Cartasì, una partnership decennale per collocare attraverso la sua rete nuovi prodotti e servizi di pagamento innovativi. L’intesa, si legge in una nota, prevede anche la cessione del business ‘Merchant Acquiring’ – cioé i servizi agli esercenti per incassare pagamenti con carte – da parte di Carige per 25 milioni di euro.

Secondo Carige l’accordo potrà generare commissioni per un valore di circa 15 milioni, legati al raggiungimento di determinati target commerciali per il collocamento dei servizi connessi al merchant acquiring, oltre a quanto verrà generato dal collocamento dei servizi connessi agli altri accordi.

L’operazione dovrebbe chiudersi nel secondo semestre dell’anno, subordinatamente all’autorizzazione di Bankitalia.

Per Carige interessati circa 20 mila clienti. Nel 2017, sul fronte del merchant acquiring, ha realizzato transazioni per 1,8 miliardi di euro. “Grazie all’intesa “Carige – spiega una nota dell’istituto di credito – potrà avvalersi della specializzazione e della capacità d’investimento di Nexi, leader nel settore dei pagamenti digitali, e potrà distribuire ai suoi clienti nuovi e innovativi sistemi di gestione degli incassi che offriranno maggiore velocità di esecuzione delle
transazioni e maggior sicurezza”.

Più informazioni