Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Buca di via Berno, la strada diventa area di cantiere per lo scolmatore: così si pagheranno i lavori

Soluzione individuata a un mese dalla morte di un anziano nella voragine sul rio Rovare

Più informazioni su

Genova. La buca di via Berno sarà finalmente chiusa e la strada sarà messa in sicurezza. Non a spese del Comune (si tratta di una strada privata, la Corte dei Conti avrebbe potuto sollevare più di un dubbio). Non a spese dei circa 2000 residenti (che mai negli ultimi sette anni sono riusciti ad accordarsi in materia) ma con una terza alternativa.

A spiegare il “come” è stato questa mattina durante una commissione consiliare a palazzo Tursi l’assessore comunale ai Lavori pubblici Paolo Fanghella. “La terza opzione è quella di sfruttare il fatto che in quella zona si svolgeranno alcuni dei lavori sullo scolmatore del Fereggiano – spiega – abbiamo chiesto all’impresa P.a.c. di sfruttare via Berno come strada di cantiere e metterla a posto a loro spese”.

L’avvio dei lavori di messa in sicurezza potrebbe avvenire nel prossimo mese di giugno. “Questo sarà possibile se ci sarà da parte dei residenti un assenso a far sì che la strada sia appunto utilizzata come strada di cantiere”.

Il 15 marzo scorso un uomo di 87 anni, Emilio Quinto, era morto cadendo nella buca, apertasi nell’asfalto sopra il rio interrato Rovare a causa dell’erosione dovuta alle piogge del 2016 ma erano oltre 7 anni che nella strada privata nel quartiere di San Fruttuoso erano in corso contenziosi per la sistemazione dell’asfalto e della rete idrica.