Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Brescia-Entella, le difese hanno la meglio: 0 a 0 risultati fotogallery

Buon punto in trasferta per i biancocelesti al termine di una partita equilibrata sul campo di una rivale per la salvezza

Chiavari. Lo scontro salvezza tra Brescia ed Entella, recupero del 29° turno, si è concluso senza reti. Un punto utile ad entrambe per muovere la classifica; tuttavia le due squadre non hanno rinunciato a cercare la vittoria, al punto che Minelli e Iacobucci si sono messi in luce con ottime parate.

Il Brescia nel primo tempo ha fatto vedere qualcosa in più; l’Entella si è messa in mostra nella ripresa. Le difese hanno avuto la meglio, ma per alcuni tratti l’incontro è stato giocato a viso aperto e a buon ritmo.

La cronaca. Roberto Boscaglia schiera il Brescia con un 4-3-1-2 con Minelli; Coppolaro, Somma, Gastaldello, Longhi; Bisoli, Tonali, Ndoj; Spalek; Caracciolo, Torregrossa.

A disposizione ci sono Pelagotti, Embalo, Curcio, Okwonkwo, Lancini, Dall’Oglio, Furlan, Meccariello.

Alfredo Aglietti risponde con un 3-5-2 con Iacobucci; De Santis, Benedetti, Ceccarelli; Aliji, Troiano, Gatto, Ardizzone, Acampora; La Mantia, Aramu.

Le riserve sono Paroni, Belli, De Luca, Icardi, Eramo, Llullaku, Di Paola, Crimi, Petrovic, Currarino, Nikic, Brivio.

Arbitra Valerio Marini della sezione di Roma 1, assistito da Mauro Galetto (Rovigo) e Paolo Formato (Benevento); quarto uomo Lorenzo Maggioni (Lecco).

Ospiti subito all’attacco, al 2°: traversone lungo di Aramu sul secondo palo dove Troiano colpisce di testa e manda a lato di poco.

Il Brescia non resta a guardare. Al 3° Caracciolo crea scompiglio in area; il suo destro è respinto. Al 5° Ndoj cerca il ben posizionato Spalek che per poco non ci arriva. Al 9° Iacobucci blocca senza problemi una conclusione di Ndoj da fuori area.

Al 10° Aramu conquista un corner che però non dà frutti. Acampora resta a terra dopo uno scontro di gioco ed entra a soccorrerlo il medico chiavarese; il centrocampista riprende la partita.

Il Brescia è tra le squadre del campionato che crossano di più, per cercare la testa di Caracciolo, e lo conferma. Al 13° Loghi mette in mezzo, Aliji allontana di testa; al 15° ci prova Spalek ma manda direttamente sul fondo.

Si gioca a buon ritmo; le due squadre fanno girare molto la palla alla ricerca del varco giusto. Al 21° un tiro-cross di Gatto viene respinto da Gastaldello. Al 22° Ceccarelli intercetta un tentativo di assist di Caracciolo.

Sia il Brescia che l’Entella beneficiano di un angolo; li calciano Tonali da una parte e Aramu dall’altra ma non giungono pericoli.

Al 31° cross di Gatto dalla destra sul quale La Mantia si avvita bene ma non riesce a trovare lo specchio della porta.

Al 33° corner insidioso di Longhi, Torregrossa sfiora, ci pensa Benedetti ad anticipare Caracciolo. Un paio di minuti più tardi i padroni di casa si rendono pericolosi: cross dalla destra di Coppolare, Caracciolo fa da sponda per Torregrossa che conclude in acrobazia e manda a lato di poco.

Al 37° viene ammonito Gatto che ferma intenzionalmente Torregrossa. La conseguente punizione, battuta da Caracciolo, impatta sulla barriera; l’azione prosegue e la palla termina in angolo. Sugli sviluppi Ardizzone si oppone ad un tiro di Spalek.

Al 42° ancora una buona occasione per le Rondinelle: Caracciolo mette in mezzo dalla sinistra per Torregrossa che, libero sul secondo palo, di testa manda a lato.

Acampora cerca di servire La Mantia, ma la palla termina tra le braccia di Minelli. Si va al riposo dopo un minuto di recupero sullo 0 a 0.

Si riparte senza sostituzioni. Entella pericolosa al 6°: Gatto serve Acampora che si gira bene e calcia a rete, ma Minelli con una gran deviazione manda in angolo.

Più Entella che Brescia in avvio di secondo tempo, così Boscaglia effettua un doppio cambio: all’11° Embalo per Ndoj; al 15° Curcio per Longhi. Nel mezzo si annotano le conclusioni di Torregrossa, respinta, e Tonali, alta.

Al 17° Gatto serve Aliji che dal limite dell’area calcia di sinistro sul fondo. Al 20° Crimi prende il posto di Acampora.

Al 23° Aramu effettua un traversone a cercare La Mantia che impatta di testa in tuffo ma manda alto. Il Brescia torna a farsi vivo al 24°: cross di Embalo, colpo di testa morbido di Torregrossa che Iacobucci controlla facilmente.

Al 27° De Luca sostituisce La Mantia. Un paio di minuti più tardi il nuovo entrato viene ammonito per un’entrata in ritardo su Tonali.

Al 31° una conclusione dalla grande distanza di Tonali viene respinta da Iacobucci. Al 32° Belli prende il posto di Benedetti.

Al 34° Brescia molto pericoloso: Coppolaro mette in mezzo per Embalo che conclude, Iacobucci respinge, palla a Bisoli che da pochi passi devia verso la porta ma l’estremo chiavarese si supera e para ancora.

Tra i locali, al 34°, dentro Okwonkwo per Spalek. Al 39° Gatto guadagna un corner, Aramu lo calcia e sugli sviluppi Crimi dal limite sgancia un sinistro che fa la barba al palo alla sinistra di Minelli.

Al 43° viene ammonito Tonali per un’entrata in ritardo su Crimi.

L’arbitro assegna cinque minuti di recupero. Nel terzo Torregrossa dalla sinistra mette in area per Bisoli che conclude al volo: a lato.

A causa di numerose interruzioni i minuti di recupero diventano sette, ma il risultato non si sblocca. Finisce 0 a 0.

In classifica la Virtus Entella aggancia l’Avellino in diciassettesima posizione, quando restano 9 partite da giocare. Sabato a Cesena andrà in scena un altro scontro salvezza, ancor più importante di quello odierno, tra i romagnoli e i biancocelesti.