Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Al centro commerciale Aquilone il Giro dell’Appennino arriva in “Giulietta”

Sabato anche un raduno di cicloamatori

Più informazioni su

Genova. In attesa della corsa di domenica il Giro dell’Appennino è arrivato all’Aquilone con la…… Giulietta del 1961. Quella utilizzata dall’inventore della corsa , Luigin Ghiglione, che in quegli anni parlava a giuria e direttori sportivi con la mitica radio a onde corte che permetteva di rimanere in contatto lungo il percorso.

Oggi la tecnologia ha trasformato il modo di comunicare in corsa, ma la Giulietta (velocità di punta 150 all’ora) è il simbolo dell’ultima “corsa in bianco e nero” che anche quest’anno attraverserà più volte la Valpolcevera domenica 22 aprile.

Intorno alla Giulietta, in bella mostra questa settimana al centro commerciale del circuito Coop Liguria, foto e pannelli che aiutano il visitatore a fare un salto nella storia di questa corsa che si disputò per la prima volta nel 1934: da allora il Giro dell’Appennino si è svolto ogni anno senza interruzioni, con la sola esclusione del periodo della seconda guerra mondiale (1940-1945).
Tra i pannelli alcuni dedicati ad Alfredo Martini, indimenticato ct della nazionale di ciclismo. Vinse il Giro dell’Appennino nel 1947. Da commissario tecnico della nazionale dal 1975 al 1997 ha condotto a conquistare la maglia iridata Francesco Moser, Giuseppe Saronni, Moreno Argentin, Maurizio Fondriest, Gianni Bugno. più altri sette argenti e sette bronzi.

E sabato 21 aprile, il giorno prima della corsa, tutti i cicloturisti e cicloamatori – che tradizionalmente sono in strada al sabato – sono invitati all’Aquilone per visitare la mostra, trascorrere dalle 11 alle 12 un’ora insieme con il “merendone” ( riservato solo ai ciclisti) offerto dal Centro Commerciale L’Aquilone; festeggiare Paolo Colombo, giornalista che da sempre segue il Giro dell’Appennino, premiato con l’Appenino d’Argento; rivivere le imprese di Gio Batta Persi con il record del mondo dell’ora Over 75 conquistato cinque anni fa e il suo tentativo di battere il record Over 80 nel giugno prossimo.