Riconoscimento

Il Teatro di Genova diventa “nazionale”, grande soddisfazione dalle istituzioni

Obbiettivo raggiunto per la nuova realtà creata dalla fusione di Archivolto e Teatro Stabile

Genova. Il Teatro di Genova annuncia con orgoglio e soddisfazione di essere stato nominato Teatro Nazionale dalla Commissione consultiva del Mibact.

“Un riconoscimento che va a premiare la storia di una delle istituzioni culturali più importanti della città e corona un percorso di eccellenza – si legge in un comunicato dell’ente – riscontrabile sia dal punto di vista produttivo, sia nel costante incremento dei propri abbonati. Una nomina che consegna a Genova e alla Liguria, un ruolo da assoluta protagonista nel panorama culturale italiano”.

Il Teatro di Genova ringrazia per l’impegno profuso il sindaco Marco Bucci, il Presidente della Regione Giovanni Toti, l’Assessore alla cultura della Regione Ilaria Cavo, l’Assessore alla cultura del Comune Elisa Serafini, la Compagnia di San Paolo. E per il sostegno gli sponsor come Iren, Coop Liguria, Novi, Saar, Sampierdarena Olii, Silomar.

“Inoltre un ringraziamento specifico va a tutti gli artisti – si legge ancora nel comunicato – il personale di palcoscenico e quello degli uffici che con impegno, passione e professionalità hanno reso possibile questo prestigioso traguardo”.

“Grande soddisfazione per il prestigioso riconoscimento nazionale attribuito dal MIBACT al Teatro di Genova; frutto del grande impegno profuso da Regione Liguria e da tutti gli Enti coinvolti” dicono il Presidente di Regione Liguria Giovanni Toti e l’assessore regionale alla Cultura Ilaria Cavo dopo aver appreso la notizia.

“Si tratta della valorizzazione di un percorso iniziato due anni fa che ha portato alla nascita, lo scorso mese, della nuova realtà del Teatro di Genova che ha unito l’Archivolto al Teatro Stabile – spiegano Toti e Cavo – Un Ente che ha unificato due specifiche identità in una realtà più ampia per volare in alto e superare, in questo modo, le difficoltà, anche economico-gestionali del Teatro dell’Archivolto. Il successo dell’operazione portata avanti insieme al Comune di Genova e con il sostegno del direttore dello Stabile, Angelo Pastore, è stato dimostrato anche dai risultati al botteghino con i 10mila abbonamenti venduti nel 2017”.

“Oggi possiamo dirci molto soddisfatti per quanto ottenuto – concludono il presidente e l’assessore alla Cultura – segno della bontà di un percorso per il quale dobbiamo ringraziare anche i componenti del cda, il vicepresidente Marco Salotti e Alberto Pozzo che da oltre un anno si sono impegnati mettendo la loro professionalità al servizio di una delle più importanti istituzioni teatrali cittadine”.

leggi anche
  • Cultura
    Archivolto + Stabile = Teatro di Genova. Obbiettivo: “Diventare teatro nazionale”