Serie a

I rossoblù non fermano Albiol, Genoa KO con il Napolirisultati

Il Genoa sconfitto da un colpo di testa del difensore spagnolo, che porta gli azzurri a -2 dalla Juventus capolista; non è bastato il coraggio rossoblù

Genova. Il Genoa di Ballardini non riesce nell’impresa: gli azzurri di Sarri conquistano i tre punti al termine di una gara a lungo bloccata solo grazie al decisivo colpo di testa di Albiol. La caparbietà dei rossoblù non ha fermato il Napoli, che recupera due punti sulla Juventus nella corsa per lo scudetto.

Ballardini scegli il 3-5-2 e manda in campo Perin; Biraschi, Spolli, Zukanovic; Rosi, Lazovic, Bertolacci, Hiljemark, Laxalt; Pandev, Galabinov. Formazione collaudata, capace di tenere testa alla formazione con il gioco più brillante di tutta la Serie A per ben 73 minuti: il Napoli ha davvero faticato, sfiorando sì il vantaggio in almeno due occasioni, ma rischiando anche sulle incurisioni genoane.

Il Napoli di Sarri è sceso in campo cercando di porsi come padrone della situazione, consapevole del grande peso sulla classifica del match di questa sera. Hamsik lascia il terreno di gioco alla mezz’ora, mentre Insigne centra il palo quando avrebbe potuto siglare un vantaggio del tutto meritato. Poco da dire dalle parti di Reina, tranne per Spolli che va in rete su un’azione viziata da un fallo in attacco.

Genoa ben coperto, riesce a tenere testa al Napoli: Lazovic si fa vivo dopo una decina di minuti, prima del soliloquio azzurro che chiude la frazione. Secondo tempo quasi analogo: Lazovic pericoloso in apertura, poi Napoli avanti con costanza.

Potrebbe essere un monologo, ma sono bravi Pandev e Taarabt a farsi sentire dalle parti di Reina; così quando Albiol si fionda su un pallone calciato dall’angolo da Milik, il San Paolo esulta per tre punti meritati, ma tutt’altro che scontati. Al Genoa rimane la – magra, ma solida – consapevolezza di una qualità di gioco crescente lungo la stagione, soprattutto dopo il cambio in panchina.