Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Recco, un nuovo mammografo in forza all’Asl 3, prevista anche una rsa

Nell'anno 2017 sono state eseguite presso la Radiologia di Recco oltre 3500 mammografie tra screening e attività clinica e 3300 ecografie

Recco. Dalla prossima settimana a Recco entrerà in funzione il nuovo mammografo digitale. Il macchinario è stato presentato stamattina, insieme al nuovo pacchetto di attività di specialistica ambulatoriale – finalizzato al potenziamento dell’offerta sanitaria del presidio dell’Asl 3. Al centro dell’attenzione anche il piano di rifunzionalizzazione che porterà alla realizzazione di una Rsa.

“Oggi nell’ex ospedale di Recco – dichiara il vicepresidente e assessore alla Sanità della Regione Liguria, Sonia Viale –  si realizza un obiettivo al centro del nuovo piano socio sanitario ovvero l’integrazione tra ospedale e territorio. Questa struttura, che per effetto di scelte della precedente amministrazione regionale non è più un ospedale, costituisce un punto di riferimento per la sanità di Recco e del Golfo Paradiso, da sostenere e rafforzare grazie alla presenza di apparecchiature moderne, come il mammografo di ultima generazione presentato oggi, e all’implementazione dei servizi ambulatoriali. Va nella direzione di una sanità sempre più a chilometro zero anche il bando per la nuova Rsa, che sarà realizzata in questa struttura e costituirà un luogo ‘intermedio’ di cura tra l’ospedale e il domicilio, indispensabile sia per evitare l’ospedalizzazione quando non necessaria sia per consentire le dimissioni protette di persone fragili o anziane o con patologie croniche. Questo modello di sperimentazione coinvolge i medici di medicina generale, che ringrazio per il supporto e la collaborazione”.

“L’obiettivo – spiega Luigi Carlo Bottaro, direttore generale di Asl 3 – è quello di soddisfare la domanda di salute sul territorio con un’offerta che possa essere il più completa possibile. La risposta è di sistema e prevede una forte integrazione sia in termini di ore sia di nuove specialità che di servizi. Anche il mammografo digitale fa parte della pianificazione: con le nuove tecnologie a disposizione l’offerta diagnostica sarà ulteriormente potenziata”.

Il progetto di riorganizzazione della piastra ambulatoriale della Casa della Salute di Recco, avviato nell’agosto 2017, ha come principale obiettivo il completamento e l’implementazione dell’offerta di prestazioni specialistiche ambulatoriali sugli ambulatori e servizi già presenti a luglio 2017 (chirurgia vascolare – Ecodoppler, chirurgia, diabetologia, ginecologia, medicina legale, terapia antalgica, urologia, consultorio, salute mentale, radiologia, 112 – H24 7GG/7GG, continuità assistenziale, igiene e vaccinazioni, CUP/anagrafe sanitaria) con le seguenti attività ambulatoriali come da cronoprogramma: Prima fase già completata – ottobre 2017: cardiologia (ECG e ECO), dermatologia, geriatria, medicina dello sport, neurologia, oculistica. Seconda fase: attivazione delle seguenti nuove specialità entro aprile/maggio 2018 otorinolaringoiatria, odontoiatria, ortopedia, reumatologia. È previsto un incremento pomeridiano delle attività vaccinali.

Il progetto di implementazione prevede quindi un significativo aumento delle ore settimanali.

 

La direzione aziendale di Asl 3 ha ritenuto prioritario il rinnovo del parco mammografi digitali con l’introduzione di 3 nuove macchine in sostituzione delle apparecchiature attualmente in uso. Uno di questi mammografi è stato  destinato alla Radiologia di Recco. Dopo aggiudicazione tramite pubblica gara è avvenuta l’installazione il 19 marzo,  il mammografo inizierà la sua attività dalla prossima settimana.  Nell’anno 2017 sono state eseguite presso la Radiologia di Recco oltre 3500 mammografie tra screening e attività clinica e 3300 ecografie.

In relazione al  piano di rifunzionalizzazione che porterà alla realizzazione di una Rsa (al secondo piano della struttura, attualmente non utilizzato) dotata di 30 posti letto, Lorenzo Sampietro, responsabile del coordinamento attività geriatriche dell’Asl3 spiega: “La futura Rsa di I° livello che sorgerà a Recco, oltre a colmare la carenza di offerta riabilitativa residenziale socio-sanitaria per anziani si propone di sperimentare un nuovo modello integrato di gestione della cronicità e delle sue riacutizzazioni riducendo il flusso inappropriato di accessi ai P.S. e offrendo una maggiore tutela della salute a valenza territoriale alla popolazione anziana”.

“L’inaugurazione del nuovo mammografo di ultima generazione a Recco, insieme all’ampliamento dei servizi ambulatoriali, è un chiaro segnale di riconoscimento, da parte di Regione Liguria, dell’importanza che la nostra Casa della Salute ricopre per il comprensorio del Distretto 13 Levante dell’Asl3”, commenta Franco Senarega, vicecapogruppo regionale Lega Nord Liguria.