Lavoro

Protesta in porto, oggi presidio con varchi aperti, in attesa della Prefettura

La questione riguarda i 25 lavoratori della Pietro Chiesa, con i sindacati che chiedono il ricollocamento di tutti nella Compagnia Unica

Genova. Questa mattina un presidio, ma senza blocco del traffico, per i lavoratori della Pietro Chiesa. Dopo la giornata difficile di ieri, con la protesta che ha paralizzato i varchi portuali e di conseguenza tutto il nodo autostradale intorno a Genova, da questa mattina alle 8 presidio davanti a ponte Etiopia ma senza blocchi perché i sindacati sono stati convocati alle 12 dal prefetto Fiamma Spena.

La questione riguarda i 25 lavoratori della Pietro Chiesa, con i sindacati che chiedono il ricollocamento di tutti nella Compagnia Unica, senza attendere il piano della Compagnia, oppure trovino una collocazione dignitosa tra le aziende dei terminal.

Venerdì si riunirà il consiglio di amministrazione della Pietro Chiesa per liquidare la compagnia e i carbunin si troveranno senza lavoro. Tutto dipenderà dall’incontro di oggi, in caso di risposte negative i sindacati hanno già detto  di non escludere uno sciopero dell’intero porto.