"alle lavatrici"

Pra’, donna incinta si barrica in casa e minaccia il suicidio per non farsi portare via il figlio

Dopo una notte di tentativi da parte dei carabinieri, la donna è stata bloccata, disarmata e messa in salvo

Genova. La situazione si è risolta solo in mattinata grazie all’intervento dei carabinieri che sono riusciti a entrare in casa e a immobilizzare e disarmare la donna. Non ci sono stati feriti. Nei confronti della donna, 35enne nigeriana, è stato applicata la misura del trattamento sanitario obbligatorio.

Per ore i militari hanno tentato di farla desistere dalla volontà di togliersi la vita. Sotto le finestre dell’edificio dove vive, in via Vittorini, sono stati piazzati i gonfiabili di sicurezza.

L’operazione era in corso da ieri sera a Pra’, nel quartiere cosiddetto delle Lavatrici. La donna si era barricata in casa, un appartamento che aveva occupato insieme al marito, e che non voleva abbandonare.

La protesta era legata alla decisione del giudice di far allontanare dalla famiglia un bimbo di pochi mesi, primi figlio della coppia. La donna, di origine straniera, è incinta di quattro mesi, in attesa di un secondo bambino.

Più informazioni