Politica & frittini

Pd, Focaccette e ‘orgoglio dem’ alla festa di fine campagna

Pinotti: “Alziamo la testa, non siamo come ci dipingono”. Sfida di chilometri fra Tullo e Rossetti

Genova. “Alziamo la testa, siamo diversi da come ci dipingono i nostri avversari, dobbiamo essere orgogliosi di fare di essere Pd”. Il ministro uscente alla Difesa Roberta Pinotti, candidata al Senato, parla ai militanti nell’affollata festa di chiusura di campagna elettorale del Partito Democratico. Festa a base di ‘focaccette di Crevari’ offerte al pubblico, che avrebbe dovuto svolgersi in piazza Matteotti ma che per il maltempo si è tenuta invece al Fondaco di palazzo Ducale.

Presenti quasi tutti i candidati sul territorio. E’ stata sfida di chilometri percorsi durante le ultime settimane, tra Mario Tullo, candidato al maggioritario alla Camera al collegio Genova Serra Riccò e Pippo Rossetto, candidato alla Camera al collegio Genova Bargagli. Il primo ha percorso in scooter il ponente cittadino e la Val Polcevera “Tutti i giorni tranne oggi, ho usato l’auto – racconta il parlamentare uscente – ma ho incontrato moltissime persone e credo che il PD sia in recupero”. “243 incontri in un mese per 2800 chilometri percorsi – afferma Rossetti, fiducioso del risultato del partito di Renzi – i cittadini capiscono chi davvero può portare l’Italia fuori dalla crisi.

Da Strasburgo è arrivato anche l’eurodeputato Brando Benifei: “L’Europa ci guarda, il 4 marzo si vota anche per il futuro dell’Italia in Europa”.