Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Partita senza storia tra Genova e Rapallo, in Parlamento va Roberto Bagnasco

L'ex sindaco di Rapallo surclassa i due avversari con un divario di oltre il 15%

Più informazioni su

Rapallo. Era considerato, per molti motivi, un collegio “blindato”. E le urne non hanno disatteso il pronostico: alla Camera ci sarà anche Roberto Bagnasco, eletto nel collegio uninominale 5, quello che va da Genova a Rapallo. Qui l’esito dello spoglio.

Bagnasco, d’altronde, giocava ampiamente “in casa”: dalla sua aveva un passato da sindaco di Rapallo e un presente da padre dell’attuale primo cittadino. Due bonus a cui andava aggiunta la sua esperienza da consigliere regionale. E la parte di levante della provincia genovese non ha avuto dubbi, consegnandogli un vantaggio nettissimo sugli avversari.

Quando i dati sono ancora parziali (con 248 sezioni scrutinate su 331), Bagnasco veleggia poco sotto il 42% dei consensi, mentre i due avversari (Rossana Cuneo, M5S, e Rosaria Augello, centrosinistra) non si schiodano dal 25%. L’esponente di Forza Italia siederà dunque in Parlamento, portando le istanze del territorio ad est della Lanterna.

La “partita”, in Liguria, si chiude quindi con una vittoria per 6 a 3 del centrodestra contro il MoVimento 5 Stelle, con il centrosinistra terzo ovunque e totalmente fuori dai giochi. Per i collegi di ponente, infatti, alla Camera andranno Giorgio Mulè (FI) e Sara Foscolo (Lega), al Senato Paolo Ripamonti (Lega); per quelli di levante, insieme a Bagnasco alla Camera ci sarà Manuela Gagliardi (FI), al Senato Stefania Pucciarelli (Lega). I pentastellati, invece, hanno fatto en plein sotto la Lanterna aggiudicandosi tutti e tre i collegi uninominali con Mattia Crucioli (al Senato), Roberto Traversi e Marco Rizzone (alla Camera).

Se si considera che Mulé non è del territorio (la sua candidatura a ponente fece molto discutere, fu “catapultato” al posto di Lorenzo Cesa), il rapallino Bagnasco e la spezzina Gagliardi sono dunque i due eletti liguri di Forza Italia nell’uninominale (in attesa di conoscere l’esito per quanto riguarda i collegi proporzionali). Accanto a loro, al momento, tre pentastellati e tre leghisti.