Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Papa Francesco un anno dopo: la diocesi di Genova organizza un viaggio per restituire la visita

Il maggio scorso Bergoglio aveva trascorso una giornata nel capoluogo ligure. Il viaggio, previsto inizialmente nel novembre dello scorso anno, è stato posticipato all'11 aprile

Più informazioni su

Genova. La diocesi di Genova sta organizzando un viaggio a Roma per restituire a Papa Francesco la visita fatta alla città in occasione del suo viaggio pastorale svoltosi il 27 maggio dello scorso anno. Il pellegrinaggio, previsto inizialmente nel novembre dello scorso anno, è stato posticipato all’11 aprile e sarà presieduto dal cardinale Angelo Bagnasco.

Le modalità di partecipazione sono due. La prima, di un solo giorno, prevede la partenza in pullman nella tarda serata di martedì 10 aprile per arrivare a Roma la mattina del giorno seguente. Dopo la messa con il card. Bagnasco, i fedeli potranno partecipare, in piazza San Pietro, all’udienza generale con Papa Francesco dove saranno previsti dei posti riservati ai pellegrini genovesi.

La seconda modalità prevede la partenza da Genova al mattino del 10 aprile e l’arrivo a Roma nel primo pomeriggio. Prevista quindi una visita guidata alla scoperta delle opere del Caravaggio attraverso un itinerario nelle antiche chiese del centro di Roma: dalla chiesa del Gesù a Piazza Navona e la chiesa di san Luigi dei Francesi – che ospita il ciclo pittorico su san Matteo, realizzato dal Caravaggio – alla chiesa di sant’Agostino e alla basilica di sant’Agostino, in Campo Marzio, una delle prime chiese romane del Rinascimento con i capolavori di artisti come Caravaggio, Raffaello e Jacopo Sansovino.

Al momento sono già stati prenotati 4 pullman per il viaggio di un solo giorno, mentre gli aderenti alla proposta di due giorni sono circa una quarantina. Gli organizzatori contano di arrivare a riempire almeno altre 2 o 3 pullman per il viaggio di un solo giorno. Il termine per le prenotazioni, inizialmente fissato al 18 marzo, è stato posticipato al 3 aprile.