Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Municipio Centro Ovest, Passeri (Leu): “Noi soddisfatti, vero sconfitto il centrodestra”

Il candidato di Leu: "Se ci sarà nuovo commissariamento auspichiamo che il sindaco scelga una figura più tecnica rispetto a Renato Falcidia"

Genova. “A risultati ormai ufficializzati possiamo dire che ci riteniamo soddisfatti del risultato elettorale che abbiamo ottenuto nel nostro municipio”. Mariano Passeri, candidato di Liberi e Uguali alla presidenza del municipio Centro Ovest commenta “com’è andata”: per la sua lista 2042 voti, il 6,62% del totale. Ecco la sua disamina dell’ultima tornata elettorale.

“A livello nazionale si poteva certamente fare meglio, ma quello che abbiamo di fronte è un risultato figlio della voglia di farla pagare a un certo tipo di politica che ha sfiduciato l’elettorato. Il fatto però di aver raggiunto un risultato sul municipio che giudichiamo positivamente, soprattutto se paragonato a quello nazionale, indica quanto sia stato importante il lavoro che abbiamo provato a svolgere in queste settimane sul territorio. Un percorso che ci vedeva già attivi prima e che continuerà dopo, in qualsiasi forma possibile. Sia che ci sarà un consiglio municipale in carica, sia che non si riesca a dare avvio all’attività istituzionale del municipio e si arrivi ad un eventuale ri-commissariamento”.

Ipotesi tutt’altro che da escludere. Ma Passeri prosegue: “A nostro avviso, il risultato elettorale vede come vincitore morale il Movimento 5 Stelle, che cresce molto rispetto alla scorsa tornata e da solo è riuscito ad arrivare a una manciata di voti rispetto a un colosso, la coalizione di centrodestra composta da ben 5 liste, messa in campo con la sicumera di vincere. Perché se i vincitori morali sono i Cinque Stelle, lo sconfitto reale – oltre al Pd, che evidentemente ha perso moltissimi punti percentuali sulla scia di quanto accaduto anche a livello nazionale – è il centrodestra, che pur arrivando primo si ferma sulla stessa percentuale della scorsa tornata e quindi ben lontano – nonostante le curiose dichiarazioni delle ultime ore – da quel 40% necessario per ottenere una maggioranza. Cosa di cui – era parso chiaro – nel centrodestra si sentivano sempre più sicuri nelle ultime settimane, ma nonostante un lavoro iniziato ben prima, rispetto agli altri, appare alla fine evidente come non siano riusciti a centrare l’obiettivo di un risultato netto e chiaro di vittoria che auspicavano”.

“Si tratterà ora di capire quali potranno essere gli scenari e i tentativi per arrivare alla nomina del presidente e all’avvio del consiglio – afferma – che per quanto ci riguarda non potrà che vederci naturalmente collocare all’opposizione, nel ruolo che gli elettori ci hanno assegnato”.

Il candidato presidente di Leu esprime poi “rammarico per aver ottenuto (a causa di un articolato e discutibile sistema di attribuzione dei seggi e di calcolo dei resti) un solo consigliere eletto, nonostante un risultato in termini assoluti e percentuali più alto, e anche doppio, rispetto a quello di altre liste che eleggono come noi un solo consigliere”.

“E ancora – sottolinea – a nostro avviso, a questo punto, è assolutamente necessario che il sistema di elezione adottato per i municipi venga rivisto e adattato ad un quadro politico ormai evidentemente non solo non più bipolare e almeno tripartitico ma addirittura, come noi per primi proviamo a dimostrare, che vede ormai addirittura ben 4 poli distinti e contrapposti.

Qualora si arrivasse ad un nuovo commissariamento, Liberi e Uguali spiega: “Riteniamo che sarebbe opportuno che il sindaco Bucci questa volta scegliesse un profilo più tecnico, capace di gestire e monitorare la situazione del “bando delle periferie” e svolgere gli affari correnti, e che non si ripeta invece la spiacevole circostanza della nomina di un funzionario di uno dei partiti della sua maggioranza nel ruolo di commissario, come invece avvenne con la scelta del poi candidato presidente del centrodestra Renato Falcidia. Chiudiamo non potendo che ringraziare, uno per uno, tutte le donne e gli uomini che hanno scelto di darci loro fiducia e di chiedere a noi di rappresentarli all’interno del municipio. A tutte e tutti voi, 2042 volte grazie. Noi andremo avanti, lavorando per voi e per il bene del nostro territorio”.