I vincitori

Mulé, il “paracadutato” sbanca il ponente: l’ex direttore di Panorama ora è un senatore ligure

"Non è stato merito mio ma della strategia di una coalizione unita", dice il giornalista eletto con Forza Italia nel collegio uninominale di Sanremo

Genova. “Non è un mio risultato ma il risultato del gioco di squadra della coalizione di centrodestra e dell’idea che il centrodestra ha avuto in questa regione”. Il neoparlamentare Giorgio Mulé, ex direttore di Panorama, candidato per Forza Italia nel collegio 1 uninominale di Sanremo ma anche al proporzionale nel collegio Liguria Ponente, era uno dei pochissimi “paracadutati” da altri territori. Curiosità: anche alle politiche 2013, tra i paracadutati, era stato eletto in Liguria per il centrodestra un giornalista, Augusto Minzolini, poi dimessosi da parlamentare per una condanna giudiziaria.

Il suo era considerato un collegio “blindato”, ovvero di quasi certa vittoria per il centrodestra, è così è stato. Ad ogni modo il risultato è netto.

Il candidato Mulé ha ottenuto 66751 preferenze, contro le 42233 del ricercatore Federico Firmian (Cinquestelle), diretto inseguitore. Quasi non pervenuto il centrosinistra con Anna Russo e Mario Giribaldi.

“Il traguardo della coalizione non è mai stato quello dei personalismi – continua Mulé – ma quello della vittoria della coalizione e quindi oggi mi complimento con gli altri che ce l’hanno fatta, penso a Sara Foscolo e a Manuela Gagliardi, una coalizione che è stata unita sul territorio e ha espresso un’idea diversa di politica e di partito”.