Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Lungomare Canepa e inquinamento del porto, doppio appuntamento a Sampierdarena: “Il quartiere vuole vivere”

Alle 21 al centro civico Buranello, per parlare dell'opera infinita, è previsto anche l'arrivo del sindaco. Alle 17e30 al Dlf di via Don Minetti invece, al centro, i fumi dei traghetti

Genova. Doppio appuntamento per una delegazione che si ribella alle servitù e all’abbassamento della qualità di vita. Oggi a Sampierdarena i cittadini si organizzano con due iniziative incentrate sia sulla situazione in lungomare Canepa sia sull’annosa questione dell’inquinamento proveniente dal porto.

Alle 21 al centro civico Buranello, si terrà l’incontro pubblico sul tema: “Le nostre richieste per migliorare la vivibilità della delegazione”. A volere questo momento il comitato Lungomare Canepa di Sampierdarena.

“Il nostro quartiere – spiega la portavoce Silvia Gardella – subisce da tempo scelte volte a tutelare interessi economici di ampio respiro ma non si è più considerato l’interesse legittimo della popolazione e la tutela della salute pubblica. Tutti i progetti non tengono conto dell’abitato e dei commercianti. Non vogliamo un ritorno al passato, siamo per il progresso e le migliorie ma è necessario che le istituzioni ascoltino i cittadini prima di prendere decisioni irreversibili, tali da degradare ancora di più un quartiere quasi al collasso”.

Al centro delle proteste l’impatto che la realizzazione della nuova strada tra San Benigno e la Fiumara sta avendo sui residenti, con le colline di materiale di risulta e i cantieri fantasma prima, con la costruzione di un muro davanti alle finestre oggi. L’amministrazione comunale ha promesso di intervenire in corso d’opera con delle migliorie al progetto ma per ora non si sa quali. All’incontro di questa sera è prevista anche la partecipazione del sindaco Marco Bucci.

Alle 17e30 al Dopolavoro ferroviario di via Don Minetti, sempre a Sampierdarena, sarà invece svolto un incontro pubblico in cui si discuterà di come poter ridurre i fumi provocati da traghetti e navi in porto, fumi che attanagliano la vita di chi vive nei quartieri a ridosso dello scalo. L’incontro è legato a una raccolta firme già partita a Sampierdarena e San Teodoro.