Pallanuoto

Una Locatelli incerottata, si rilancia a Vareserisultati

Le lontre si aggiudicano lo scontro diretto con le lombarde. Carbone: "Non ci esaltiamo, nel girone di ritorno cercheremo di raccogliere quanto seminato". Rapallo va ancora ko

Vittoria fondamentale della Luca Locatelli nella Serie A2 femminile che espugna la piscina di Varese in uno scontro diretto che poteva rappresentare la fine dei sogni per la compagine genovese. Nonostante ci si trovi a metà stagione, le lontre erano chiamate ad un passo in avanti per puntare alla salvezza.

Le liguri arrivano quasi contate in Lombardia, con coach Carbone costretto a convocare tre 2003. Quella che pareva un punto debole, diventa rapidemente uno di forza perché le genovesi giocano con il coltello fra i denti e prendono subito la testa della gara con un 1-3 che fa ben sperare. Nel secondo periodo arriva l’ulteriore allungo biancorossoblù con Tedesco e Gamberini in grande spolvero. Si va al cambio campo sul 4-7 per le genovesi che al rientro in vasca contengono i tentativi di rientrare delle lombarde. Benvenuto è impenetrabile, mentre Nucifora piazza il +4 con cui le squadre arrivano all’ultimo break. Il quinto tempo si apre con la Locatelli in controllo e ancora in gol con Tedesco. Siamo 4-9, ma qui escono i limiti, soprattuto caratteriali di una squadra che ha valori tecnici importanti, ma rischia molto, sbagliando reti e subendo un pesante passivo che conduce Varese fino a 7-9, che sarà il risultato finale.

Della gara parla l’allenatore Carbone: “Sono stato sereno quando abbiamo inanellato una serie di risultati negativi spesso neppure meritati, non mi esalto certo ora, a Varese abbiamo fatto solo il nostro dovere, come del resto altre volte, ma finalmente siamo state più brave a concretizzare ed anche a gestire un momento negativo nel quarto tempo. E lo siamo state giocando in condizioni di estrema emergenza, con molte giocatrici che generosamente sono scese in vasca nonostante avessero grossi problemi e con una panchina ridotta a quattro elementi con tre 2003, e devo dire che la prestazione di due di loro, Donato e Bissocoli, è la cosa più bella di questa giornata assieme all’abbraccio di tutta la squadra a fine partita. Ora dobbiamo tuffarci subito per preparare un girone di ritorno nel quale provare a raccogliere il buono che abbiamo seminato in questa andata, con una maggiore consapevolezza nelle nostre possibilità.”

Non va altrettanto bene per Rapallo che in Sardegna contro la Promogest incassa l’ottavo ko su nove partite. Un risultato che evidenzia una stagione estremamente difficile. Le ruentine sono sempre a contatto con le sarde che, però tengono sempre la testa della gara andando sul 7-5 a metà gara. Decisivo il terzo periodo con le locali che piazzano tre gol e chiudono in sostanza la contesa andando sul 10-5. Prova la reazione Rapallo nell’ultima frazione con un 1-3 che rende meno amara la sconfitta, che sarà di 11-8 e che fa montare ancora più il rammarico.

Prossimo turno improbo per Rapallo che attende Trieste, squadra molto forte, ma chissà che con l’inizio del ritorno non cambi qualcosa. Altrettanto difficile l’impegno della Locatelli che sarà di scena a Como contro la capolista per cercare di fare il colpaccio.