Serie d

Il Ligorna vola e aggancia la Lavagnese. Per il Sestri un pari beffardorisultati

Bianconeri ko in Toscana e raggiunti da uno spumeggiante Ligorna che ne fa cinque al malcapitato Montecatini. Sestri raggiunto all'ultimo secondo dal Real Forte

Sembrano sempre più lontani i playoff per la Lavagnese che perde uno scontro diretto molto importante contro il Seravezza Pozzi, che al contrario può continuare così a credere in un piazzamento che al momento è lontano solo 2 punti. La squadra di Gabriele Venuti come spesso accade sviluppa molto gioco in mezzo al campo con lunghe, ma frequentemente prevedibili manovre. Nel primo tempo va registrata l’occasione per Frugoli che calcia in corsa, ma non trova lo specchio a cui segue il tiro di Croci che non impensierisce il portiere.

In ogni caso la prima frazione scappa via con un possesso palla nettamente superiore per gli ospiti, che tuttavia vengono puniti alla prima, vera occasione dagli avversari: al 42° folata offensiva di Bedini che pesca in area Bongiorni. Colpo di testa e Nassano battuto. La ripresa si apre malissimo per la Lavagnese che capitola dopo soli otto minuti con un autogol beffardo di Defilippi che trae in inganno il proprio portiere. La partita sostanzialmente si chiude qui, perché a questo punto il Seravezza tira i remi in barca, ma la Lavagnese non riesce a concretizzare la mole di gioco, ed anzi al 38° resta in dieci per l’espulsione di Alluci, reo di aver proferito qualche parola non proprio dolce al direttore di gara.

Chi fa festa è senza dubbio il Ligorna che travolge il Montecatini ultima in classifica. Per i biancoblù quindi una salvezza che appare ormai concreta, anche grazie alle prestazioni viste da parte di una squadra che appare finalmente matura da quando è giunta in Serie D. Una vittoria che dà morale e rilancia una squadra che stava attraversando un periodo non semplice.

Sicuramente la gara parte in discesa perché la rete di Valenti al 2°, gran tiro il suo con una protezione della palla da punta di razza e una conclusione secca che fulmina il portiere, consente ai biancoblù di dominare l’iter della partita e costringe i toscani ad esporsi fin da subito. Al 15° poi arriva il raddoppio con Oneto che dal limite dell’area lascia partire una conclusione tesa, che trova impreparato il portiere, il quale devia, ma senza evitare il gol. Gli ospiti si rendono pericolosi solo con un colpo di testa ravvicinato di Mitta, che Fenderico respinge. Al 36° si chiude virtualmente la partita con la doppietta del numero 10 Oneto che riceve palla dalla sinistra in area di rigore, la protegge e si gira rapidamente insaccando da pochi passi. Primo tempo che non è finito, perchè su uno schema abilmente preparato da punizione, la palla giunge a Chiarabini il quale si inserisce alla perfezione e batte il portiere.

Nel secondo tempo i toscani rientrano cercando il tutto per tutto e riescono ad accorciare con Mitta, il migliore dei suoi, che viene dimenticato sul secondo palo. L’attaccante toscano può quindi schiacciare di testa e realizzare il 4-1. La rete fa capire al Ligorna che non può distrarsi, per quanto il vantaggio sia largo, e al 75° Gallotti replica con un colpo di testa in corsa su punizione che si infila sul primo palo. Quinto gol che spegne definitivamente le speranze biancocelesti con la gara che da qui in poi scorre per lo più tranquilla.

Pareggio che sa di beffa invece per il Sestri Levante che al “Sivori” ospite il Real Forte Querceta, squadra che gravita da tutto il campionato nelle prime posizioni. Rossoblù che passsano in vantaggio al 14° con un calcio di rigore conquistato e trasformato da De Vivo che la mette nell’angolino. La partita poi scorre in equilibrio con il Sestri che non si fa schiacciare e si fa vedere ancora dalle parti del portiere avversario con Piras che calcia di potenza, palla in angolo.

Si va al secondo tempo, il Real Forte non accenna una reazione, ma quando Naclerio rimedia due gialli in pochissimo tempo, tutto cambia perché i versiliesi ritrovano coraggio e sfiorano il pari con un traversone teso che Mazzotti per poco non spedisce nella propria porta. I corsari si chiudono a difesa del vantaggio, ma proprio quando sembra ormai finita, Tognarelli riceve un cross dalla sinistra e di testa, batte Adornato. Finisce così 1-1 una gara che poteva far fare un bel salto in avanti nella corsa salvezza ai sestrini che comunque guadagnano una posizione grazie al ko del San Donato Tavarnelle.

Molto interessante il prossimo turno di campionato, il numero 28, che vedrà affrontarsi al “Riboli” , Lavagnese e Ligorna, ora entrambe a 38 punti. Chi vince può puntare in alto, chi perde deve invece guardarsi le spalle. Per il Sestri una gara da non sbagliare invece a Montecatini contro l’ultima della classe.