Lavagnese: un poker che può valere la salvezza - Genova 24
Serie b femminile

Lavagnese: un poker che può valere la salvezzarisultati

Le bianconere vincono in rimonta nel derby contro una buona Amicizia Lagaccio e salgono a +6 sulla Novese. Torna a vincere anche il Ligorna. Molassana, solo un pari con il Luserna

Lavagnese femminile

La Lavagnese può passare una buona Pasqua dopo la bella vittoria nel derby contro l’Amicizia Lagaccio ed al contemporaneo durissimo ko esterno della Novese, seppellita da nove reti dalla capolista Florentia. Le bianconere salgono a +6, con lo scontro diretto già giocato e terminato a reti bianche, e con il riposo ancora da “scontare”. Come a dire che ora le ragazze levantine hanno il destino nelle proprie mani.

Contro le cugine genovesi hanno superato brillantemente il primo ostacolo, con le lagaccine che hanno come obbiettivo ormai solo quello di restare davanti al Molassana. Le verdiblù giocano comunque una buona partita, ma le motivazioni bianconere sono nettamente superiori e hanno la meglio.

Apre le danze la formazione ospite perché al 16° Pesce scatta in profondità, ma viene messa giù dall’uscita di Ferrari. Rigore che si incarica di battere Armitano che non sbaglia. Le lagaccine controllano bene il vantaggio, ma al 30° una mischia consente da Giuffra che trova una conclusione un po’ fortunosa e supera Piazzi. Le lavagnesi ritrovano coraggio e poco dopo ribaltano tutto con un bolide di Spaccamonti che l’estremo difensore genovese non può fermare. Il Lagaccio sbanda e forse proprio qui perde la gara perché al 42° arriva persino il tris della Lavagnese con Cama che si esibisce in una splendida semi rovesciata in area. Brava l’attaccante bianconera, ma anche un po’ troppo libera di fare il bello e il cattivo tempo.

Si chiude la gara ad inizio ripresa con Garramone che in diagonale infila Piazzi. Proteste molto forti della squadra ospite, però che chiedeva un fallo per una trattenuta (piuttosto evidente) su Pittavino in precedenza. Il Lagaccio rischia di sfilacciarsi, ma riesce a tenere e a provare a tornare a giocare. Al 70° accorcia le distanze ancora Armitano che con un’azione di potenza entra in area e fulmina Ferrari.  Da qui in poi la gara è sempre più verdeblù con la Lavagnese che si chiude. Alla fine non cambia più il punteggio, la Lavagnese vede il terzo posto sempre più vicino.

Tre punti anche per il Ligorna che torna in campo dopo il turno di riposo. Una pausa, quella delle biancoblù molto utile, giunta dopo la scoppola di Arezzo (5-0 per le granata). E proprio contro altre granata, quelle di Torino, arriva una vittoria di misura, ma che ha un grande valore anche perché arriva contro una delle squadre più in forma del momento, in grado anche di mandare ko proprio le aretine nel turno precedente.

Primo tempo che inizia nel segno delle genovesi con una doppia occasione con Traverso che in pallonetto chiama Raicu, portiere delle ospiti, al colpo di reni. Poco dopo Fallico ci prova dalla distanza, ma il portiere manda in corner. Infine Campora tenta il lob, ma stavolta l’estremo difensore non ha problemi nel bloccare.

Alla prima occasione le torinesi fanno paura perché un calcio d’angolo di Aghem si stampa direttamente sul palo, anche se Parodi era pronta ad intervenire. Bettalli ci prova su punizione, palla sulla barriera.

La rete arriva ad inizio ripresa con una conclusione violenta di Traverso che infila Raicu con un gran tiro imparabile. Le genovesi da qui non riescono a raddoppiare, ma non rischiano nulla perché tengono sempre il controllo della palla. Vittoria importante che consente alle biancoblù di scavalcare proprio le piemontesi in classifica.

Un po’ di delusione per il Molassana Boero che non riesce a vincere sul Luserna, squadra che nelle ultime uscite aveva sempre perso e in modo piuttosto netto.

Ora la pausa e il ritorno in campo il 15 aprile quando mancheranno cinque turni alla fine. Impegno difficilissimo per l’Amicizia Lagaccio che in casa attende la Florentia, ad un passo dalla vittoria matematica del campionato. Trasferta da non sbagliare per il Molassana invece a Saluzzo, mentre la Lavagnese deve fare punti a Lucca per non consentire alla Novese un eventuale ritorno. Infine trasferta insidiosa, ma molto interessante per il Ligorna che farà visita alla Femminile Juventus.