Serie a2

Immensa Spazio Rari Nantes Camogli immensa: battuta 7 a 6 la Crocera fotogallery risultati

I bianconeri piegano in rimonta i genovesi. Magalotti: "Ci siamo parlati e siamo rimasti calmi"

Camogli. Spesso per raccontare lo sport facciamo abuso di parole, terminologie e concetti decisamente pittoreschi che hanno il compito di far immedesimare appassionati e tifosi. Per raccontare quanto accaduto ieri alla Giuva però, non basterebbero neanche le 2736 pagine del dizionario italiano.

La partita è stata di rara intensità, caratterizzata da un grande agonismo, forse alle volte un po’ fuori dalle righe. L’uomo in più come sempre è stato il popolo bianconero: già dalla fase di riscaldamento, infatti, si respirava il clima delle grandi occasioni con cori, bandiere e tamburi in una piscina che regalava un entusiasmo coinvolgente.

La partita ha rispettato appieno tutte le aspettative: le due squadre si sono fronteggiate ad armi pari lottando su ogni pallone e facendo sì che la sfida assumesse davvero i contorni di una vera e propria battaglia sportiva.

Il primo tempo è stato quasi tutto di marca ospite: i genovesi hanno approcciato la gara con grinta e determinazione chiudendo il primo parziale in vantaggio per 2 a 0. Molinelli prima e Beggiato poi, hanno ridato morale al Camogli. Nel mezzo, però, la rete della Crocera ha portato le squadre a metà partita sul 2 a 3.

Gli ultimi due tempi sono stati un climax di emozioni e colpi di scena. Ai gol del Camogli gli ospiti rispondevano senza paura quasi nell’immediato. L’espulsione di Cocchiere avrebbe potuto spostare l’inerzia in favore della squadra terza in classifica e invece i ragazzi di mister Magalotti nel momento più difficile si sono compattati sfoderando un ultimo tempo da campioni.

All’inizio dell’ultima frazione i genovesi conducevano 5 a 4 ma la doppietta di uno scatenato Iaci e il gol di un sempre più decisivo Gatti hanno portato i ragazzi di casa sul 7 a 5 per la gioia incontenibile dei circa duecento spettatori presenti in piscina. A nulla è valso il gol allo scadere della Crocera, il Camogli vince ancora e lancia l’ennesimo messaggio chiaro al campionato: alla Giuva non si passa.

Nel post partita Daniele Magalotti ha commentato in questi termini la prova dei suoi: “Io come sapete non parlo mai degli arbitri, ma dopo questa partita dovete concedermi un piccolo inciso. In tutti i regolamenti c’è scritto di evitare che le squadre si mettano la mani addosso, ma questa sera, anche a causa di qualche fischio arbitrale, sono stati quattro tempi di mani addosso. Era un derby, giocavamo contro una squadra sopra di noi in classifica e non volevamo assolutamente perdere. Nonostante una partenza difficile ci siamo parlati e siamo rimasti calmi costruendoci le occasioni per rientrare. Dobbiamo migliorare sotto il profilo emotivo perché non possiamo rischiare di perdere una partita per delle ingenuità, ma sono certo che metteremo a posto anche questo aspetto. Ci prendiamo questi 3 punti e ci prepariamo per la gara di mercoledì contro il Sori. Se vogliamo lottare per le prime posizioni non possiamo più sbagliare e in questo senso queste due trasferte che ci attendono potrebbero proiettarci davvero in alto se affrontate nel migliore dei modi”.

La prima è andata, ora sotto con il Sori. Sembrava difficile ma, dopo quattro tempi di pura passione, la Spazio Rari Nantes Camogli ha vinto ancora.

leggi anche
  • Serie a2
    Rari Nantes Camogli: alla Giuva arriva la rivelazione Crocera Stadium
  • Pallanuoto
    Serie A2: giornata da 3 punti per Genova Quinto, Camogli, Lavagna 90 e Sori