Canottaggio

Heineken Roeivierkamp: Elpis due volte terza

Davide Mumolo e Cesare Gabbia hanno gareggiato ad Amsterdam, così come Paolo Perino impegnato con le Fiamme Gialle

Genova. Si è svolta domenica 11 marzo la seconda ed ultima giornata riservata alla Heineken Roeivierkamp, gare su 5.000 metri, con a seguire la prova dei 750 metri.

Nella specialità dell’otto Senior maschile erano in gara due equipaggi italiani formati da canottieri della Nazionale. In uno erano presenti i genovesi Davide Mumolo e Cesare Gabbia della SC Elpis, con sei atleti più il timoniere dell’otto bronzo mondiale a Sarasota, ovvero Luca Parlato (Marina Militare), Emanuele Liuzzi (Fiamme Oro), Bruno Rosetti (CC Aniene), Leonardo Pietra Caprina (CC Aniene) e il timoniere Enrico D’Aniello (RYC Savoia), e con loro i vicecampioni del mondo del quattro senza Giovanni Abagnale (Marina Militare) e Marco Di Costanzo (Fiamme Oro). Nell’altro le Fiamme Gialle con a bordo i restanti due membri dell’ammiraglia di Sarasota, Paolo Perino e Mario Paonessa, l’argento iridato del quattro senza in America Domenico Montrone più Romano Battisti, Emanuele Fiume, Francesco Fossi, Giacomo Gentili e Luca Rambaldi, con timoniere dell’organizzazione. Su entrambe le distanze si è imposto, come il giorno precedente, l’armo olandese del Nereus.

La società remiera di Amsterdam, organizzatrice della Heineken, sulla gara di fondo chiude in 14’07″6, cinque secondi meglio delle Fiamme Gialle medaglia d’argento, con la SC Elpis bronzo a quattro secondi a sua volta dai finanzieri. Nello sprint dei 750 metri il podio resta invariato: oro al Nereus con 1’59″1, poco più di due secondi meglio delle Fiamme Gialle seconde, mentre la SC Elpis è terza a soli tre decimi dalla seconda piazza.

Per quanto riguarda la classifica complessiva finale, il regolamento della Heineken Roeivierkamp prevede che venga stilata convertendo i tempi delle varie distanze nel tempo di un segmento da 250 metri (il tempo sui 750 viene diviso per 3, quello sui 2.500 per 10, quello sui 5.000 per 20), che vengono poi sommati fra loro, con il punteggio finale pari alla somma del tempo impiegato a coprire l’equivalente di quattro frazioni da 250 metri. Al termine delle quattro regate, il Nereus vince con il totale di 160,140, davanti alla SC Elpis con 162,598 e alle Fiamme Gialle terze con 163,803.

leggi anche
  • Canottaggio
    Davide Mumolo e Cesare Gabbia ad Amsterdam con l’otto azzurro