Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genoa: due rigori e un solo gol, la Spal pareggia in dieci risultati fotogallery

Lapadula sbaglia il primo, poi segna il secondo, generosamente concesso da Giacomelli, ma non basta

Genova. Un pareggio che sa di occasione persa per il Genoa, non in grado di portare a casa i tre punti pur giocando in 11 contro 10 due terzi di gara. Contro la Spal, avversaria in piena zona calda, non si va oltre l’1-1, sbagliando un calcio di rigore e insaccando il secondo generosamente concesso da Giacomelli. La Spal fa davvero poco, ma riesce comunque a trovare la rete che la tiene a galla.

Primo tempo: rigore è quando arbitro fischia

Senza Galabinov, infortunato, Ballardini inserisce Lapadula dal primo minuto, unico cambiamento rispetto alla formazione che era uscita a testa alta nella partita casalinga contro il Milan.

Due pasticci della Spal e le decisioni dell’arbitro Giacomelli caratterizzano il primo tempo, sostanzialmente ben gestito dal Genoa. Al 4′ un retropassaggio di Schiattarella mette in difficoltà Meret, che non controlla bene il pallone e, facendosi prendere dall’agitazione, atterra Bertolacci che stava per approfittarne. Per Giacomelli è rigore (nessuna sanzione per il portiere). Sul dischetto si presenta Lapadula, che si fa parare il penality sotto la Nord (6′). La Spal prova ad affidarsi alle ripartenze, riesce ad arrivare dalle parti di Perin al 22′, quando Antenucci sfrutta dal limite un disimpegno sporco della difesa rossoblù per impegnare il portiere con un rasoterra.

L’altro regalo della difesa ospite arriva al 25′: altro brutto passaggio, ne approfitta Lapadula, che scarta Meret, ma al momento del tiro, disturbato da Vicari, si addormenta: la palla lentamente si avvicina alla linea di porta e viene rinviata via dallo stesso Vicari. Dopo quasi tre minuti di intervento del var, Giacomelli decide che è rigore, giudicando decisivo il tocco del difensore sulla gamba in procinto di calciare. Grandi proteste della Spal, che si ritrova anche in dieci per l’espulsione proprio di Vicari, trattandosi di chiara occasione da gol. Sul dischetto si presenta nuovamente Lapadula, che stavolta non sbaglia, portando in vantaggio i suoi.

Arriva il pareggio

Nella ripresa la Spal ci prova soprattutto nei primi minuti, ma il Genoa riesce a controllare senza troppi problemi. Dopo un paio di conclusioni respinte dalla difesa della squadra di Semplici, una palla rubata a Bertolacci a centrocampo dà il via a una ripartenza fulminante di Schiattarella, che serve Lazzari, il tiro colpisce il palo e si insacca per il pareggio (61′).

Sul cartellino di Giacomelli finisce Bertolacci, che, diffidato, salterà il recupero col Cagliari.

Il Genoa avrebbe l’occasione per tornare in vantaggio, ma è ancora Lapadula a sbagliare tutto, non trovando il pallone da ottima posizione (72′), ancora lui alla mezz’ora sbaglia posizione e si lascia soprendere dal pallone, che lo colpisce sulla testa nel cuore dell’area di rigore. Nel frattempo Ballardini dà spazio a Giuseppe Rossi, accolto da un grande applauso. La sua prima conclusione verso la porta arriva al 79′, respinta da Cionek. Fischi per Lapadula, quando Ballardini lo richiama in panchina per inserire Medeiros, che si fa subito notare con un gran tiro a girare che esce a pochissima distanza dall’incrocio dei pali. Sul finale arriva un altro giallo per un diffidato: Taarabt, che era subentrato a Pandev poco prima del pareggio ospite. Al triplice fischio il pubblico del Ferraris fa sentire il proprio disappunto. Per guardare il bicchiere mezzo pieno, una partita in meno al termine di questo travagliato campionato.

Genoa-Spal 1-1

30′ Lapadula (R); 61′ Lazzari

Genoa: Perin, Biraschi, Spolli, Zukanovic, Lazovic, Rigoni, Bertolacci, Hiljemark (72′ Rossi), Laxalt, Lapadula (81′ Medeiros), Pandev (59′ Taarabt).

A disposizione: Lamanna, Zima, Cofie, Rossettini, El Yamiq, Migliore, Bessa, Pereira, Omeonga, Medeiros.

Allenatore: Ballardini

Spal: Meret, Cionek, Vicari, Felipe, Lazzari, Everton Luiz, Schiattarella, Grassi, Costa, Paloschi (70′ Floccari), Antenucci (83′ Vitale).

A disposizione: Gomis, Marchegiani, Bonazzoli, Konate, Vaisanen, Schiavon, Salamon, Viviani.

Allenatore: Semplici

Arbitro: Giacomelli di Trieste

Ammoniti: Rigoni, Bertolacci, Lazovic, Taarabt (G), Lazzari,Costa (S)

Espulso: Vicari al 28′

Spettatori: paganti 2.276, incasso 52.751 euro, 17.577 abbonati, 173.875 euro la quota gara .